Barrette Kinder: potenzialmente cancerogene?

Barrette Kinder: potenzialmente cancerogene?

Barrette Kinder: potenzialmente cancerogene?

chiudi

Un’associazione tedesca specializzata nei test sugli alimenti, la Foodwatch, lancia un accusa: le barrette Kinder sarebbero potenzialmente cancerogene

Il cioccolato delle barrette Kinder sarebbe potenzialmente cancerogeno, accusa l’associazione tedesca Foodwatch. L’associazione ha analizzato svariati snack per bambini e le celebri barrette di cioccolato Kinder della Ferrero. In queste ultime ha trovato un livello troppo alto di oli minerali a base di idrocarburi saturi. Queste sostanze sono considerate dall’Agenzia europea per gli alimenti (Efsa) dannose per la salute in quanto potenzialmente cancerogene e in grado di provocare mutazioni genetiche.

Gli oli minerali a base di idrocarburi saturi provengono spesso dagli imballaggi e dalle confezioni di cartone riciclato

Questi oli minerali sono impiegati nei prodotti industriali da forno, come i dolci, come agenti antiaderenti.

Foodwatch avrebbe già contattato la Ferrero per chiedere di ritirare le barrette dal mercato, ma l’azienda si sarebbe rifiutata.

La Ferrero si è infatti difesa spiegando che le merendine non sarebbero affatto nocive per i bambini.

L’azienda ha spiegato che la presenza di oli minerali aromatici “riguarda una grande varietà di prodotti alimentari di diverso tipo”, e che “degli sforzi comuni sono necessari tanto da parte delle imprese agroalimentari che da quelle che commerciano in materie prime sia in Europa che a livello internazionale”.

E’ di parere differente l’Associazione tedesca dei produttori di cibo confezionato che ha spiegato che la concentrazione di oli minerali aromatici negli snack rimane nella norma.

Non esiste quindi alcun pericolo di salute per chi consuma la barrette Kinder, nè per gli altri prodotti messi sotto accusa dalla Foodwatch, tra cui ricordiamo i cioccolatini della Lindt.

La replica seccata dei responsabili di Foodwatch: “Invece di ritirare gli snack dagli scaffali e allertare i consumatori, dicono che tutto è fatto in base alle leggi, ha denunciato Johannes Heeg di Foodwatch.

Fonte foto: Pinterest