Come fare il buttermilk, o latticello, in casa

Come fare il buttermilk, o latticello, in casa

Come fare il buttermilk, o latticello, in casa

chiudi

Il buttermilk, spesso chiamato latticello, viene utilizzato per accompagnare pancakes e muffin ed è comunemente molto impiegato nei paesi anglosassoni

Il buttermilk non è molto conosciuto da noi. E’ un composto dal sapore acido e dalla consistenza semiliquida. In Usa e Uk si trova già pronto al supermercato, mentre in Italia è difficilmente reperibile. In ricette dal sapore americano però lo troviamo spesso tra gli ingredienti. Ci sono varie ricette per preparare il buttermilk: un tempo, quando il burro era prodotto in casa, bastava lasciarne inacidire i residui della lavorazione. Oggi invece viene lasciato il latte al caldo e con l’aiuto di alcune aggiunte diventa acido. Spesso viene confuso con il latticello ma non sono proprio la stessa cosa.

Ecco alcuni modi per preparare in casa il buttermilk

Potete fare il buttermilk con il latticello: fate intiepidire un litro di latte senza farlo arrivare a bollire. Mescolate il latte insieme a 60 g di latticello e lasciate riposare per una notte in un recipiente coperto a una temperatura intorno ai 25 °C. Il tutto deve addensarsi e il latte deve cagliare. Una volta pronto, conservatelo in frigorifero per non più di 2 settimane. Come per il lievito madre, ricordatevi di metterne da parte un po’: vi servirà per le prossime volte.

Potete preparare i buttermilk anche con la panna. Montate per almeno 10 minuti, 250 g di panna fresca, fino a che la parte liquida non si separa dal burro. A questo punto avete ottenuto 125 ml di latticello e 90 g di burro.

Se preferite usare lo yogurt, amalgamate la stessa quantità di latte fresco e yogurt per ottenere una salsa che ha la consistenza simile al buttermilk originale. La giusta acidità sarà data dallo yogurt.

L’ultimo metodo è quello con succo di limone. Aggiungete 15 ml di succo di limone a 250 ml di latte fresco parzialmente scremato. Mescolate il tutto e lasciatelo riposare a temperatura ambiente per minimo 15 minuti.