Cioccolatini all’oro: l’idea di Stefano Camozzi

Cioccolatini all’oro: l’idea di Stefano Camozzi

Cioccolatini all’oro: l’idea di Stefano Camozzi

chiudi

Un cioccolatiere di Como ha deciso di creare qualcosa di molto speciale: dei cioccolatini all’oro e ingredienti pregiatissimi

Stefano Camozzi ha realizzato, grazie all’aiuto di ingredienti pregiatissimi, i suoi cioccolatini all’oro. Nello specifico, il cioccolatino è ricoperto da una foglia d’oro. Tra gli altri ingredienti di questa pregiata delizia: cacao Gran Cru proveniente dall’Ecuador, sale dell’Himalaya, tartufo bianco di Alba e infine fogli di oro dal Klondike. Un’idea insolita, che sta riscuotendo un discreto successo.

Il successo dei cioccolatini all’oro ha superato anche le aspettative di Stefano Camozzi

Gli ordini arrivano anche dall’estero, soprattutto da alcuni principi arabi, che ovviamente non possono che rivelarsi estimatori di un cibo così di lusso.

In occasione di San Valentino, visto il successo, il cioccolatiere ha deciso di lanciare una linea in occasione di San Valentino, che ha battezzato G23. Il nome ovviamente fa riferimento ai 23 carati dell’oro utilizzato nelle ricette.

Sembra essere un’esprienza gastronomica unica, a detta di chi lo ha provato.

Il cioccolatino avrebbe inoltre, anche numerose proprietà benefiche, non solo perchè la commistione di oro e tartufo è considerata tradizionalmente un potente afrodisiaco, ma anche perchè l’oro è utilizzato in alcuni farmaci contro l’artrite reumatoide.

I cioccolatini più di lusso, completamente ricoperti da foglie d’oro, hanno anche dei fratellini economici.

Ci sono infatti in gamma anche dei cioccolatini che hanno solo delle scaglie del pregiato metallo, che permettono di provare quest’esperienza unica ad un maggiore numero di persone.

“Faccio questo lavoro da quando avevo sedici anni e per me la pasticceria è soprattutto passione e per questo quando posso mi piace sperimentare. Questo nuovo cioccolatino, G23, è nato tre settimane fa.

Volevo inventare qualcosa di nuovo per la cena a base di cioccolato che, ormai da tradizione, organizziamo in novembre così ho pensato che sarebbe stata una bella sfida riuscire ad abbinare il cioccolato a un ingrediente nobile come il tartufo”, aveva spiegato Stefano al tempo.

Fonte foto: Facebook