Come pulire le capesante

Come pulire le capesante

Come pulire le capesante

chiudi

Ricette capesante: imparare a pulire e cucinare questi molluschi è un’ottimo punto di partenza per ricette semplici ma gustose. Date una chance a questo alimento!

I meno pratici di cucina non si saranno nemmeno mai avvicinati ad una capasanta per la paura di fare un (costoso) disastro. Per questo abbiamo pensato di sfatare qualche mito e mostrarvi come pulire le capesante in modo semplice e veloce. Successivamente, possiamo imparare anche come cucinare le capesante: questo alimento non avrà più segreti per voi. Questi molluschi molto pregiati sono tipici della stagione estiva, ma si possono trovare anche in inverno. Sono spesso paragonate alle ostriche per il sapore e per i prezzi, tradizionalmente si mangiano per Natale o per Capodanno.

Non devono per forza essere cotte: provate anche il carpaccio di capesante!

SH_CAPESANTE_GRATINATE

Se siete alla ricerca di antipasti natalizi sfiziosi, siete nel posto giusto

Questi molluschi sono usati nelle ricette di natale più classiche che ci siano, ma non aspettatevi solo piatti degni di Gordon Ramsay (che a Hell’s Kitchen le pretendeva perfette dai suoi chef). Imparate come pulire le capesante, e poi potrete sbizzarrirvi in ricette semplici e sbalorditive.

Per pulirle dovete prima di tutto sciacquarle sotto acqua corrente. Lasciatele poi coperte d’acqua e sale grosso in un contenitore per circa 15 minuti.

Trascorso il tempo necessario, staccate con un coltellino dalla valva superiore (quella piana) il muscolo che la tiene attaccata. Ripetete la stessa operazione anche sulla valva inferiore per liberare il mollusco interno.

Eliminate ora la protezione trasparente e piena di sabbia e anche la parte nera. Per ultimo, asportate anche il muscolo, che risulta gommoso in bocca. Sciacquatelo per bene e mettetelo da parte.

Ora potrete sbizzarrirvi in capesante gratinate (al gratin), capesante al forno o alla piastra: ecco tutto quello che dovete sapere su come si cucinano le capesante.

Potete usarle per preparare da antipasti per la vigilia di Natale a secondi piatti natalizi: il menu di Natale è al completo.