Dieta Bioimis: dimagrire senza contare le calorie!

Dieta Bioimis: dimagrire senza contare le calorie!

Dieta Bioimis: dimagrire senza contare le calorie!

La dieta Bioimis sostiene che bisogna imparare a conoscere gli alimenti e scegliere quelli con le proprietà biochimiche più adatte a noi

chiudi


La dieta Bioimis promette di far perdere dai 4 ai 10 chili al mese in senza dover contare le calorie: basta registrarsi sul sito, poi si verrà contattati per fissare un appuntamento con un coach che valuterà il piano alimentare da seguire. A garanzia della serietà della dieta il fatto che è necessario fare prima delle analisi del sangue e degli accertamenti generali presso il medico di famiglia. Questa non è una delle classiche diete da rivista che fanno perdere 9 kg al mese, ma prevede un percorso di un anno.

Nei primi mesi ci sono i più grandi risultati

Nei primi due mesi si vedrà una perdita dei chili di troppo importante, mentre in quelli successivi sono previsti menù equilibrati, studiati con gli alimenti più adatti biochimicamente per ogni persona.

In realtà le linee guida della dieta Bioimis rese note sono molto poche, quindi le informazioni che possiamo darvi a riguardo sono limitate.

Il contatto con l’Accademia alimentare Bioimis è sempre costante: si comunica ogni progresso il termini di chili e di centimetri persi. La dieta non impone particolari divieti, bisogna però evitare i prodotti industriali e limitare sale e zucchero.

Pranzo, colazione e cena devono essere composti da un solo alimento: ad esempio o solo uova o solo pesce o sola verdura. Inoltre gli orari sono precisi: la colazione va fatta tra le 7 e le 9, il pranzo tra le 12 e le 14, e la cena tra le 19 e le 21.

Sappiamo che questa dieta è un contratto, che si firma per dimagrire; e non abbiamo ancora parlato di costi, che pare possano arrivare fino a 2500 euro.

Intanto, il web sembra aver già scelto: la dieta del momento è la Whole30, studiata da Melissa Hartwig e Dallas Hartwig, che promette di dimagrire senza forti rinunce.

Fonte foto: Pixabay