Spesa: per gli italiani è in forte crescita il mercato “vegetale”

Spesa: per gli italiani è in forte crescita il mercato “vegetale”

Spesa: per gli italiani è in forte crescita il mercato “vegetale”

chiudi

C’è qualcosa che cambia nel modo di fare la spesa degli italiani: secondo un’indagine Nielsen, tende sempre di più verso il “vegetale”

Un’indagine Nielsen rivela un mercato in forte crescita per quanto riguarda la spesa degli italiani. E’ in ascesa il consumo e l’acquisto di cibi come soia, mandorla, nocciola, riso e cocco. Gli italiani stanno quindi iniziando a fare una spesa più “vegetale”. Nielsen ha analizzato le abitudini di acquisto dei consumatori nel settore dei prodotti a base vegetale. Solo l’anno scorso tale settore è cresciuto del 27%: nel 2015 sono state 8,5 milioni le famiglie italiane che hanno acquistato almeno un prodotto a base vegetale.

Il 70% delle famiglie ha acquistato questi prodotti almeno due volte durante l’anno

“I dati Nielsen dimostrano come il mercato dei prodotti a base vegetale non si rivolga soltanto ai consumatori che tengono un determinato regime alimentare per scelta ideologica o per motivi legati alla salute, ma si sia allargato a chi cerca una dieta più bilanciata e adatta al benessere personale”, dichiara Bjorn Verbrugghe, Marketing Manager South Europe di Alpro, tra i principali player del mercato con una quota del 20%.

Gli italiani prediligono principalmente drink con ingredienti diversi dalla soia e alternative vegetali allo yogurt e alla panna.

Sono state infatti 600.000 le nuove famiglie che hanno acquistato alternative vegetali allo yogurt.

La soia è la preferita dalle famiglie italiane, seguita da mandorla, nocciola, riso e cocco che sono anch’essi molto apprezzati e attirano sempre nuovi consumatori nella categoria.

“La varietà dell’offerta, sia a livello di ingredienti, sia per la tipologia dei prodotti, è un fattore fondamentale per avvicinare nuovi consumatori al mondo del vegetale.

In questo campo c’è stata una grossa evoluzione rispetto agli anni precedenti e la possibilità di scegliere cosa mangiare e quando è notevolmente aumentata”, spiega Verbrugghe.

Anche i retailer, hanno capito l’importanza di questa fetta di mercato e stanno riservando sempre più spazio ai prodotti a base vegetale sugli scaffali.

In conclusione, l’evoluzione del settore è molto positiva, ma il consumo pro capite di prodotti a base vegetale in Italia è ancora sotto la media europea del 30%.