Tonno scottato con pesto e patate al forno

Tonno scottato con pesto e patate al forno

Tonno scottato con pesto e patate al forno

chiudi

Il filetto di tonno scottato con pesto e patate è un secondo piatto salutare, ricco di proteine e vitamine: depura, protegge e rinforza!

Il filetto di tonno scottato con pesto e patate è un secondo classico, ma originale, vi fa molto bene ed è buonissimo: il tonno è fonte di Omega 3, proteine, potassio, selenio, vitamina B12, niacina e fosforo, protegge la vista, riduce il rischio di infarto, e aiuta a prevenire l’artrite. Il basilico, i pinoli, l’olio d’oliva e l’aglio contenuti nel pesto hanno un’azione depurativa su fegato, stomaco e intestino, rinforzano cuore e circolazione, e sono una fonte di grassi buoni e di minerali preziosi per la pelle e le articolazioni.

Le patate, infine, sono ricche di vitamina C, efficace nel limitare i danni causati dai radicali liberi, e un prezioso aiuto contro l’ipertensione grazie al potassio; danno un forte senso di sazietà e perciò aiutano a controllare la fame e a perdere peso.

DIFFICOLTA‘: 1

COTTURA: 1 h

TEMPO DI PREPARAZIONE: 40′

INGREDIENTI: *4 persone*

  • 300 gr tonno (circa 4 filetti)
  • basilico
  • pinoli
  • olio extra vergine d’oliva
  • aglio
  • 1 kg patate
  • rosmarino
  • sale q.b.
  • timo

PREPARAZIONE:

Per preparare il vostro tonno scottato con pesto e patate iniziate dalle patate, che hanno la cottura più lunga. Lavatele, sbucciatele e tagliatele a cubetti, tenendo a mente che più sono piccoli, e più in fretta cuoceranno.

Mettete i vostri cubetti di patate a bollire per una decina di minuti, poi scolateli con una schiumarola e trasferiteli in una terrina. Aromatizzate con rosmarino, sale, timo e abbondante olio d’oliva.

Sistematele su una teglia da forno, unta con un po’ di olio sul fondo. Aggiungete dei rametti, e infornate per circa un oretta, in forno già caldo, a 200 gradi. In base a quanto avete fatto grandi i cubetti, potrebbero metterci di più o di meno a cuocere: tenetele d’occhio.

Nel frattempo preparate il pesto: in un mixer, o, meglio ancora, un mortaio, unite e sminuzzate il basilico, i pinoli, l’aglio, e l’olio d’oliva.

Quando la cottura delle patate sarà ottimale, procedete a scottare il tonno in padella con un po’ di olio: fatelo cuocere pochi minuti per lato, in modo che si cuocia solo l’esterno.

Servite il pesto sul tonno tagliato a fettine, e le patate come contorno.

Per scegliere il miglior filetto possibile, qui vi spieghiamo come scegliere tonno fresco migliore in pescheria.

BUON APPETITO!