Torta meringa con pesche sciroppate

Torta meringa con pesche sciroppate

Torta meringa con pesche sciroppate

chiudi

Prepariamo oggi un gustoso dessert: la torta meringa con pesche sciroppate per deliziare il palato di coloro che amano sia i dolci che la frutta

Vediamo insieme come preparare un dolce non semplicissimo, ma che di certo allieterà il palato dei vostri ospiti a cena: la torta meringa con pesche sciroppate. La meringa è stata inventata nel ‘700 da un pasticciere dei sovrani di Francia che proveniva da Meiringen, nei pressi di Berna. Da questa località prende il nome proprio la meringa, un dolcetto amato davvero dai golosi di tutto il mondo e che rappresenta spesso la base per realizzare altri dolci più complessi, come in questo caso.

DIFFICOLTA’: 2

COTTURA: 30’

TEMPO DI PREPARAZIONE: 50’

INGREDIENTI: * 8 persone *

Per la meringa:

  • 120 gr di albumi d’uova
  • 120 gr di zucchero
  • 150 gr di zucchero a velo
  • una bustina di vanillina
  • un pizzico di sale

Per la farcitura:

  • 600 gr di pesche sciroppate
  • 400 gr di panna da montare
  • 400 gr di crema pasticciera
  • 200 gr di panna montata
  • 100 gr di amarene sciroppate

PREPARAZIONE:

Per preparare la meringa montate a neve gli albumi con gli altri ingredienti e, poi, trasferite il composto ottenuto in una tasca da cucina.

Coprite una placca con della carta da forno, formate due dischi di meringa del diametro di 22 cm e mettete in forno già caldo a 60 gradi. Frullate 200 gr di pesche sciroppate. Montate la panna ed incorporatela nella crema pasticciera.

Unite il frullato di pesche, amalgamate il tutto e conservate il composto nel frigo.

Togliete la meringa dal forno. Appena è fredda, farcite il primo disco con la crema e coprite con l’altro disco di meringa.

La superficie va decorata con la crema rimasta, le pesche tagliate a spicchi e le amarene.

Se siete supergolosi potreste aggiungere anche un tocco di panna alla vostra torta o di gelato alla vaniglia per accompagnarla, mantenendo inalterato il sapore della frutta.

Gustatela a temperatura ambiente o fredda secondo il vostro gradimento.

BUON APPETITO!

FONTE FOTO: PIXABAY