Come utilizzare il pane raffermo per mille ricette

Come utilizzare il pane raffermo per mille ricette

Come utilizzare il pane raffermo per mille ricette

chiudi

A meno che non sia comparsa della muffa in superficie, il pane vecchio di alcuni giorni può essere usato per mille ricette: ecco come utilizzare il pane raffermo.

Quando comprate un bel po’ di pane e non riuscite a consumarlo fresco, potete conservarlo per alcuni giorni: utilizzare il pane raffermo è facile, e se non siete esperti in questo campo, vi sorprenderà conoscere i mille usi che si possono fare in cucina del pane vecchio di qualche giorno.

Ecco alcune idee sfiziose.

Pangrattato per ripieni, frittate, panature

Basta inserire il pane raffermo in un mixer, tritarlo finemente e il gioco è fatto. Potrete poi usare questo pane per verdure grigliate, ripieni per pesce o carne, per arricchire delle frittate. Il pangrattato, inoltre, è la classica panatura per fritture di ogni tipo, come per esempio per le classiche cotolette di pollo. Potete anche aromatizzare il pangrattato con delle erbe aromatiche.

Dolci di pane

Ci sono migliaia di dolci che potete utilizzare cominciando proprio da una base di pane raffermo. Prendete ispirazione dai pudding inglesi, o dall’italianissima torta paesana: vi basta mettere in ammollo in latte caldo il pane fatto a pezzi, speziarlo con cannella e cacao, aggiungere uova e zucchero e ripassare in forno.

Torte salate

Con il pane raffermo è possibile anche cucinare delle appetitose torte salate. Provate, ad esempio, la nostra torta salata di pane e spinaci

Polpette

Non c’è niente di meglio del pane vecchio di qualche giorno per fare delle morbide polpette di carne oppure di verdure. Ammollate il pane nel latte, sbriciolatelo nella carne tritata, aromatizzate con erbe, parmigiano e pepe, unite un uovo e poi formate delle polpette da cuocere in forno o in padella, con o senza salsa di pomodoro.

Gazpacho, ribollita e altre minestre

Il gazpacho, a base di pomodori crudi, cetriolo e pane raffermo, si prepara proprio con il pane vecchio. Ma anche la ribollita, gloriosa minestra toscana, è fatta proprio con pane raffermo e verdure. La fantasia e gli ingredienti che avete in frigo potranno poi ispirarvi per la preparazione di altre mille minestre, anche di legumi, da arricchire con il pane raffermo.

Bruschette e crostini

Questo è l’uso più classico che potete fare del pane vecchio. Una ripassata in forno, e poi olio, aglio, pomodoro, basilico… Oppure, fatelo a pezzi e usatelo per arricchire zuppe e vellutate.

Capunsei, canederli ecc.

Per utilizzare il pane raffermo potete anche pensare di preparare dei capunsei, ovvero degli gnocchi a base di pane, ma anche dei canederli, piatto tipico della cucina dell’alta Italia e della Germania: basta mescolare pane, uovo, latte e se volete anche speck o pancetta. Potete condirli con burro e salvia o proporli in brodo.