Alga Kombu: proprietà e usi in cucina

Una guida alla scoperta delle proprietà e degli utilizzi dell’alga kombu in cucina, un ingrediente essenziale della cucina macrobiotica e molto versatile.

Conoscete le alghe marine kombu? Sono un alimento ricco di proprietà benefiche e nutrizionali, molto utilizzato in cucina e versatile. Queste alghe appartengono al genere delle focus e delle laminarie e crescono appena sotto la superficie dell’acqua. Si sviluppano in Giappone, nelle acque antistanti alla costa sud-orientale di Hokkaido, ma nei mari del nord-europa si può trovare una varietà particolare, la laminaria digitata.

Se siete appassionati della cucina giapponese o di quella macrobiotica conoscerete già questo alimento, ma sapete quali sono le sue proprietà e come utilizzarle le alghe in cucina? Scopriamolo insieme!

alga kombu
FONTE FOTO: https://it.pinterest.com/pin/164662930109391429/

Alghe kombu: le proprietà

L’alga kombu è un prodotto del mare, è ricca di fibre, iodio, sali minerali e vitamine, ma è povera di sodio. Grazie alla quantità di sostanze presenti al suo interno, la kombu può essere considerata un vero e proprio integratore. Il loro consumo ha notevoli effetti benefici per il nostro organismo: migliorano la digestione, favoriscono la circolazione sanguigna, stimolano il metabolismo, rafforzano il sistema immunitario e hanno effetti alcalinizzanti e disintossicanti, grazie alla loro capacità assorbente.

Lo iodio, ad esempio, rende utili queste alghe per stimolare il metabolismo lento e per smaltire liquidi e grassi in eccesso. Un consumo costante ma moderato può essere utile per rinforzare le difese e limitare raffreddori e influenze. Il consumo delle alghe kombu è però sconsigliato in gravidanza e durante l’allattamento.

Ad ogni modo ricordate di non esagerare con le quantità poiché un eccessivo consumo potrebbe avere effetti negativi come irritabilità, insonnia, ipertiroidismo e ipertensione.

Alghe kombu: come si cucinano e il loro utilizzo

L’alga kombu è reperibile in commercio sotto forme diverse. Generalmente la si può trovare essiccata in “fogli” oppure a fiocchi o in polvere e, grazie al suo gusto sapido, è per lo più utilizzata per insaporire i cibi. Le alghe secche richiedo un ammollo preventivo di 20 minuti in acqua fredda e per la cottura sono necessari 20-30 minuti circa. L’ideale è aggiungere un pezzetto di alga ai legumi, direttamente nell’acqua di cottura o in quella di ammollo, in modo da ammorbidirli e renderli più digeribili.

Potete utilizzare le alghe per insaporire le verdure cotte o il brodo. Potete preparare il dashi, un tipico brodo giapponese, la zuppa di miso o utilizzarla per insaporire il seitan.

FONTE FOTO: https://it.pinterest.com/pin/164662930109391429/; https://it.pinterest.com/pin/173459023123273678/

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 18-02-2018

Elisa Melandri

X