Angelica salata alla birra con ripieno di olive, salame e formaggio

L’angelica salata è la versione rustica e da antipasto di una celebre torta.

chiudi

Caricamento Player...

Per l’angelica salata ci vuole solo una cosa, tanta tanta pazienza! Naturalmente potete impastarla anche a mano… buon lavoro!

DIFFICOLTÀ: 3

COTTURA: 35′

TEMPO DI PREPARAZIONE: 60′

INGREDIENTI ANGELICA SALATA ALLA BIRRA per 10 persone

Per il lievitino

  • 150 g di farina manitoba
  • 75 g di acqua tiepida
  • 3 g di lievito di birra disidratato
  • 1 cucchiaino di malto

Per l’impasto

  • 400 g di farina di manitoba
  • 180 ml di birra
  • 100 g di burro
  • 70 g di parmigiano grattugiato
  • 3 tuorli
  • sale q.b.

Per il ripieno

  • 100 g di pomodori secchi
  • 120 g di salame
  • 80 g di feta
  • 50 g di olive verdi
  • 50 g di olive nere
  • 1 uovo

Angelica salata alla birra con ripieno di olive, salame e formaggio

PREPARAZIONE ANGELICA SALATA ALLA BIRRA

In una ciotola, unite la farina setacciata al lievito di birra disidratato. A parte sciogliete un cucchiaino in poca acqua tiepida. Unite il tutto e mescolate. Lavorate con le mani, prima nella ciotola e poi su una spianatoia, per ottenere un composto omogeneo. Questo composto viene chiamato “lievitino”. Rimettetelo nella ciotola, avvolgetelo in una coperta di lana o pile e lasciatelo riposare per un’ora.

Mentre il lievitino si prepara, mettete in un’altra ciotola tre tuorli, la birra e il parmigiano grattugiato. Aggiungete il sale e mescolate. Versate il composto nel mixer e iniziate a impastare, aggiungendo intanto la farina manitoba setacciata. Aggiungete quindi anche il burro a pezzi, a temperatura ambiente.

Mescolate anche il lievitino e continuate a impastare per alcuni minuti. Spostate quindi il composto su una superficie di lavoro infarinata e continuate a lavorare a mano, fino a ottenere una sfera compatta, che dovrete rimettere nella ciotola, coperta con la pellicola. Mettete in forno,con solo la luce accesa, per due ore.

Fate a cubetti il salame e la feta. Denocciolate le olive e tagliatele a rondelle, quindi fate a cubetti i pomodori. Quando l’impasto sarà lievitato (raddoppia il proprio volume), stendetelo con il matterello, in forma triangolare, con un’altezza di circa 2,5 cm.

Sbattete l’uovo e usatelo per spennellare la base di pasta, quindi stendete al suo interno la farcitura. Arrotolate l’impasto, formando un grande strudel, che dovrete poi tagliare per il lungo. Intrecciate le due metà, quindi arrotolatele per formare una ciambella. Se volete evitare questa parte, potete comunque mantenere la forma dello strudel o della ciambella semplice: sarà meno bella, ma comunque buona.

Preriscaldate il forno a 180°C. Mettete la ciambella in una pirofila con carta forno e infornate per 40 minuti.

La birra è perfetta per cucinare piatti dagli aromi diversi, come nel caso di questo secondo di pesce: “Trota salmonata alla birra aromatizzata alla paprica“.

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!