Da qualche tempo si sente parlare spesso di bacche di Goji: ve ne spieghiamo i benefici e gli utilizzi

Le bacche di Goji sono un frutto originario del Tibet che ha una lunghissima tradizione nei secoli: sono da sempre considerate un elisir curativo che racchiude moltissime proprietà. Negli ultimi anni queste bacche che maturano sulle montagne della Mongolia, della Cina e della Corea, hanno spopolato anche in Europa e nel resto del mondo per le loro infinite qualità. Le bacche di Goji sono un ricostituente naturale e antiage, e sono ricche di antiossidanti come il Lycium Barbarum Polysaccharide che aiuta anche a combattere varie allergie e infiammazioni di vario genere, rinforzando il sistema immunitario. Nelle piccoli e rosse bacche di goji, sono contenuti ben 18 amminoacidi essenziali, vitamina C e B, betacarotene e ben 21 minerali. Sono ottime per le donne, durante tutto il corso della vita perchè aiutano ad assorbire ferro e calcio, ma no vanno consumate durante la gravidanza perchè sollecitano i muscoli dell’utero. Ma le proprietà delle bacche di Goji non si fermano qui: sono perfette per abbasare la glicemia e il colesterolo e rigenerano il fegato.

Come usare le bacche di goji

Ora che conosciamo tutte le preziose caratteristiche delle bacche di Goji,dobbiamo imparare ad utilizzarle nel modo giusto per arricchire le nostre ricette e la nostra dieta.

Innanzi tutto le bacche di Goji si possono trovare in erboristeria sotto diversi formati: capsule, succo o le più famose bacche essiccate.

L’ideale è consumare una ventina di bacche essiccate al giorno, come snack spezza-fame a metà mattina o metà pomeriggio.

Se messe un po’ in ammollo in acqua, le bacche diventano dei perfetti componenti da aggiungere a un’insalata mista: predente una mela verde, qualche foglia di rucola, un po’ di sedano e finocchi e il vostro pranzo sarà un toccasana vitaminico.

Questi frutti, però, possono anche essere utilizzati aggiungendoli a impasti per torte fatte in casa, o ai frullati, o ai cereali, la mattina nello yogurt o nel latte.

Con le bacche si può anche fare un ottimo infuso contro la cistite: prendetene un cucchiaio e lasciatelo in acqua calda per 10 minuti, poi filtrate e bevetene almeno 3 o 4 tazze al giorno per la cura.

Fonte foto: Wikipedia

Il ricettario d’autunno per piatti gustosi e profumati


Cantine itineranti? Sì grazie! Il boom del wine truck

CÎROC® ultrapremium vodka presenta “Derek Zoolander Blu Steel”