Calamari affogati al vino bianco cotti nel coccio

Nei calamari affogati il profumo del vino aggiunge a questo tesoro dei nostri mari profumi e sapori inebrianti.

chiudi

Caricamento Player...

I calamari affogati sono una prelibatezza. Questi molluschi in cucina hanno una caratteristica: perché siano morbidi devono essere cotti molto o molto poco. In questo caso, dovendosi insaporire con il vino, è richiesta una cottura lunga, ma dovete tenere i tempi sotto stretto controllo. Ovviemente, è preferibile che vi facciate pulire i calamari dal vostro pescivendolo di fiducia, potete anche farveli già tagliare in grossi pezzi. Per la cottura è preferibile usare un tegame di coccio.

DIFFICOLTÀ: 2

COTTURA: 15′

TEMPO DI PREPARAZIONE: 10′

INGREDIENTI PER I CALAMARI AFFOGATI per 4 persone

  • 1 kg di calamari
  • 120 ml di vino bianco secco
  • 3 cucchiaio di olio EVO
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 rametto di prezzemolo
  • Un pizzico di origano
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.

Calamari affogati

PREPARAZIONE DEI CALAMARI AFFOGATI

Prendete i calamari, e lavateli bene sotto acqua corrente. Questa cottura riesce perfetta in un tegame di coccio, ma in sua assenza potete anche usarne uno in metallo. Versate nel tegame l’olio, lo spicchio d’aglio sbucciato ma lasciato intero, e portate a temperatura. Quando l’olio comincia a sfrigolare, aggiungete i calamari e fateli rososolare a fuoco alto per due minuti. Se l’olio dovesse schizzare troppo, coprite il tegame.

Dopo due minuti, aggiungete il vino, facendo attenzione ai possibili schizzi per l’elevata differenza di temperatura. Girate bene e fate andare per quattro minuti. Abbassate il fuoco e fate cuocere per quindici minuti con il coperchio, alla fine verificate che i calamari siano ben teneri. Quando mancano 3-4 minuti alla cottura, salate, pepate e aggiungete le foglie di prezzemolo tritate finemente.

Quando pronti, dividete i calamari nei piatti di portata e servite subito in tavola accompagnandoli con uno spicchio di limone.

Se vi piace il pesce, seguite i consigli su come cuocerlo della sezione Come fare: “Come cuocere pesce“.

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!