Come conservare gli alimenti

Conservare gli alimenti correttamente è fondamentale per la nostra salute

In ogni stagione è importante conservare i cibi in modo corretto ma in in estate, con le temperature più elevate, diventa fondamentale anche per garantire il mantenimento delle proprietà nutritive degli alimenti.

Leggi anche : come conservare carne

Un frigorifero pulito è un ottimo inizio per conservare gli alimenti, ricordatevi quindi di svuotarlo periodicamente e lavarlo con acqua e aceto per disinfettarlo e rimuovere i cattivi odori.

Per riporre il cibo preferite contenitori in vetro che è igienico e permette di controllare lo stato di conservazione dell’alimento. Per frutta e verdura usate la carta che è traspirante e assorbe eventuale umidità.

Su tutte le confezioni degli alimenti deve essere presente la data di scadenza, di solito ci sono due diciture: “da consumarsi entro..“, si usa per cibi che devono essere consumati entro la data indicata, oppure ” da consumarsi preferibilmente entro..” si usa per alimenti che si conservano più a lungo, si può consumare il cibo dopo la data indicata senza alcun rischio per la salute, ma il cibo può aver perso alcune qualità organolettiche.

Gli alimenti deperibili, cioè i prodotti freschi e crudi devono essere riposti in frigorifero e consumati entro pochi giorni. Separate sempre gli alimenti cotti da quelli crudi e non mescolate i vari cibi.

Per esempio la carne va riposta nel punto più freddo del frigorifero evitando di riporre nello stesso contenitore qualità differenti di carne. I macinati vanno consumati entro 24 ore, pollo tacchino entro due giorni. La carne equina invece andrebbe consumate entro 24 ore. Il congelatore non è per sempre, anche alle basse temperature si possono alterare le caratteristiche degli alimenti quindi si dovrebbe scongelare il prodotto in modo rapido o in frigorifero. La cottura delle carni bianche deve essere completa, senza parti rosee all’interno, per la cottura alla griglia attenzione a non formare parti carbonizzate che sono dannose per la salute.

Per il pesce fate attenzione anche durante l’acquisto: l’occhio deve essere convesso, sporgente e con la pupilla nera brillante, le branchie devono avere un colore rosa-rosso vivo, la carne deve essere soda ed elastica. Il pesce deve essere pulito prima di essere riposto in frigorifero nel punto più freddo e consumato velocemente , entro 24 ore. Una volta lavato e asciugato avvolgetelo in una pellicola trasparente. Se dovete congelarlo, chiudetelo bene in un sacchetto per alimenti eliminando l’aria presente nella confezione. I pesci grassi si conservano per tre mesi, quelli magri anche per sei.

Frutta e verdura vanno riposte negli appositi contenitori in basso per evitare il contatto con altri alimenti. Lavateli prima di metterli in frigo, magari con bicarbonato aggiunto nell’acqua, e asciugateli bene. E’ buona norma consumare frutta e verdura velocemente perché i loro componenti sono sensibili alle condizioni di conservazione.

Latte, yogurt e formaggi freschi vanno consumati entro pochi giorni dall’apertura. Preferite i barattoli monodose degli yogurt per evitare che tenendoli troppo aperti perdano le loro funzioni. I formaggi vanno chiusi in contenitori o sacchetti, separati fra loro.

Le uova : lasciatele all’interno della loro confezione o nel loro spazio dedicato, separate dal resto. Fate molta attenzione alla data di scadenza e non lavatele subito per non rovinare la loro pellicola protettiva. Tenetele a testa in giù ed evitate alti sbalzi di temperatura.

Leggi anche: Una dispensa intelligente per una cucina sostenibile

Aggiungi al ricettario

ultimo aggiornamento: 28-06-2015

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X