Come fare la bottarga in casa, buona ed economica

SHARE

Fare la bottarga in casa si può ed è molto più semplice di quanto si possa pensare.

chiudi


Quante volte vi sarà capitato di trovare nei pesci un po’ grossi le sacche ancora intere delle loro uova, è l’occasione perfetta per cimentarvi a fare la bottarga in casa vostra. Non sarà pregiata come quella di muggine o tonno che trovate nei negozi, ma sarà saporita e molto economica. Vanno bene le uova di qualsiasi pesce purché siano integre. Tenete presente che più tempo le lasciate sotto sale e più la bottarga verrà dura, tanto da poterla anche grattare, se la lasciate un po’ meno resta più gommosa e sarà possibile farla a fettine. All’inizio dovrete sperimentare un po’ per trovare la consistenza che vi soddisfi. In Sardegna, per esempio, la salano poco, ma la lasciano a stagionare molto assumendo un bel colore scuro. Si conserva per diversi mesi avvolta nell’alluminio nella parte meno fredda del frigo.

DIFFICOLTÀ: 2

COTTURA: n.d.

TEMPO DI PREPARAZIONE: 20′ + 17 gg di riposo

INGREDIENTI BOTTARGA IN CASA

  • sacche integre di uova di pesce
  • sale fino

PREPARAZIONE BOTTARGA IN CASA

Estrarre delicatamente le sacche delle uova dal pesce senza romperle. Prendete del sale fino e due piccole tavolette di legno pulite e non verniciate o trattate in alcun modo, il compensato non va bene: la colla si scioglie con l’acqua e rovina le vostre uova.

Ricoprite abbondantemente di sale una tavoletta, appoggiatevi le due sacche un po’ scostate tra loro e coprite con abbondante sale. Metteteci sopra l’altra tavoletta e caricatela con un peso di circa un chilo. Appoggiate il tutto dove l’acqua che il sale estrarrà dalle uova non faccia danni.

Già dopo un paio d’ore il sale sarà completamente zuppo d’acqua: spazzolatelo via delicatamente dalle uova, pulite le tavolette e ripetete il procedimento. Fatelo tre o quattro volte nei due giorni successivi: vedrete che di acqua ne uscirà sempre meno. Dopo un paio di giorni levate il sale accuratamente, anche quello incrostato, sciacquando velocemente le sacche ormai sottili sotto il getto dell’acqua e poi asciugate subito e con cura.

Lasciate le uova a seccare in un posto asciutto per almeno 15 gg.

Se a questo punto siete ansiosi di provare la vostra bottarga appena fatta ecco la ricetta per voi: “Fusilli con pistacchi e bottarga di muggine“.