Che cos’è la quinoa e come cucinarla

Come fare un infuso vegan disintossicante

Cos’è la quinoa? Ecco alcune informazioni utili sulle origini di questi semi tipici del Sud America, le loro proprietà e come cucinarli al meglio!

La quinoa è il seme frutto dell’omonima pianta, appartenente alla famiglia delle Chenopidacee (come la barbabietola e gli spinaci). Negli ultimi anni sta prendendo piede il suo consumo. Uno dei motivi che ha portato all’aumento del suo consumo è senza dubbio l’assenza di glutine al suo interno. A questo, poi, va aggiunto anche che la quinoa è ricca di sali minerali, proteine e fibre…un vero e proprio “supercibo” apprezzato dagli intolleranti al glutine, ma anche dai vegetariani e vegani!

La quinoa è conosciuta fin dall’antichità, tant’è che gli Inca, erroneamente, la consideravano “la madre di tutti i cereali”. Non è un cereale e non appartiene alla famiglia delle graminacee: è facilmente digeribile e ha un basso contenuto calorico.

Si trova in commercio in tutti i supermercati più forniti o nei negozi di alimenti naturali e biologici e ne esistono tre diverse varianti: bianca, nera e rossa.

quinoa
FONTE FOTO: https://pixabay.com/it/quinoa-grano-seme-cibo-sano-405538/

Come cucinare la quinoa: i trucchetti

Per apprezzarla è importante conoscere alcuni trucchetti per cucinarla al meglio. L’operazione da effettuare prima di cucinare la quinoa, è il risciacquo sotto acqua corrente. È fondamentale, infatti, sciacquare i semi accuratamente sotto acqua fredda corrente per eliminare una sostanza che li protegge, la saponina. Dal sapore amarognolo e sgradevole, va eliminata per evitare che alteri il sapore finale della pietanza che si vuole preparare.

Per cucinare correttamente la quinoa, basta seguire una semplice proporzione: per un bicchiere di semi ben lavati basta aggiungere due bicchieri di acqua o brodo. Poi salate l’acqua e fate cuocere per 10-12 minuti (o quanto basta per l’assorbimento dei liquidi).

Ricordate di non scolare la quinoa al termine della cottura per evitare di non rovinare i piccoli semi. Per esaltarne il sapore vi consiglio di tostare i semi di quinoa per qualche minuto prima di aggiungere il liquido di cottura.

È cotta quando i suoi chicchi si saranno gonfiati e si sarà formato un piccolo germoglio di colore bianco.

Insalata di quinoa
FONTE FOTO: https://it.pinterest.com/pin/247064729533267873/

Ricette con quinoa: insalate e molto altro

Con il suo gusto delicato, si presta a moltissimi abbinamenti. Tra le ricette più apprezzate ci sono le insalate di quinoa che potete preparare come qualsiasi altra insalata di riso o di cous cous. Scegliete le verdure che preferite e il gioco è fatto.

In alternativa, potete provarla anche con la frutta: è ottimo l’abbinamento con formaggio primosale, albicocche e ciliegie.

Può essere utilizzata anche nella preparazione di impasti base per i biscotti, burger o polpette vegetariane, da servire in alternativa alle classiche polpette di carne o di pesce.

FONTE FOTO: https://pixabay.com/it/quinoa-grano-seme-cibo-sano-405538/; https://it.pinterest.com/pin/247064729533267873/

Non perderti le altre golose ricette di Primo Chef, lascia la tua email qui sotto:

Privacy Policy
Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 27-01-2018

Elisa Melandri

Per favore attiva Java Script[ ? ]