Fegato alla veneziana

Il fegato alla veneziana è un classico piatto della tradizione veneta, semplice da preparare anche grazie ai nostri suggerimenti e consigli.

chiudi

Caricamento Player...

Il fegato alla veneziana è un piatto tradizionale del nord-est italiano. La ricetta originale prevede il fegato di maiale, ma ormai da tempo è più usato quello di vitella o di vitellone. È un piatto che vive di contrasti, con il fegato e le cipolle che si completano in un matrimonio perfetto. Per le cipolle, ideali sono quelle bianche di Chioggia, ma al di fuori dell’area di origine sono difficili da trovare. Comunque, in questo piatto non si può prescindere dall’usare quelle a polpa bianca. Recentemente, si usa spesso sostituire all’aceto del limone o del vino bianco, ma è una grave trasgressione alla ricetta originale. Un consiglio: il fegato riscaldato tende a diventare duro, stoppaccioso e amaro. Servite quindi il piatto caldissimo e cercate di non farlo avanzare.

DIFFICOLTÀ: 1

COTTURA: 30′

TEMPO DI PREPARAZIONE: 10′

INGREDIENTI PER IL FEGATO ALLA VENEZIANA (4 persone)

  • 600 g di fegato di vitella
  • 500 g di cipolle bianche
  • 4 cucchiai di olio EVO
  • 50 g di burro
  • 2 cucchiai di aceto
  • Un mazzetto di prezzemolo
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.

PREPARAZIONE DEL FEGATO ALLA VENEZIANA

Pulite le cipolle bianche e tagliatele a fettine sottili. Mettete sul fuoco una padella e versatevi l’olio e il burro. Fate sciogliere su un fuoco medio, quindi versate le cipolle. Fatele imbiondire per 2-3 minuti, quindi aggiungete l’aceto. Fate sfumare per un altro paio di minuti a fuoco vivo, quindi abbassatelo al minimo e lasciate andare, girando ogni tanto, per venti minuti. Controllate sempre che le cipolle non brucino, devono cuocere dolcemente e quasi sciogliersi.

Nel frattempo, lavate le foglie di prezzemolo, asciugatele con della carta da cucina e tritatele finemente. Tagliate le fette di fegato a listarelle e, trascorso il tempo necessario per la stufatura delle cipolle, versatele nella padella insieme al prezzemolo. In cottura il prezzemolo lascia dei leggeri sentori amarognoli, per questo di solito viene usato a crudo. In questo caso, invece, il gusto di amaro contrasta bene con la dolcezza di cipolle e fegato. Girate e fate cuocere per cinque minuti.

Servite in tavola caldissimo, possibilmente accompagnato da fette di polenta arrostite in forno o saltate in padella. In alternativa, potete anche preparare dei crostoni di pane abbrustoliti in forno.

Se volete farla in casa, ecco come fare la polenta con farina di mais.

FOTO DA: PINTEREST

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!