Il Pizzolo, la doppia pizza farcita del siracusano

Il pizzolo è una golosa e ricca variante della pizza molto diffusa nel siracusano, ma non solo.

chiudi

Caricamento Player...

Il pizzolo è in pratica una pizza ripiena nata tra Sortino e Siracusa. Questa proposta ovviamente è solo una possibile variante, il ripieno potete cambiarlo a fantasia: spinaci, melanzane e peperoni; carne di cavallo o cinghiale; funghi e salsiccia; speck e scamorza. Una buona idea è tagliarlo in due e farcire una metà in un modo e l’altra in un altro per gustare ancora più sapori.

DIFFICOLTÀ: 3

COTTURA: 30′

TEMPO DI PREPARAZIONE: 20′ + 230′ di riposo

INGREDIENTI PIZZOLO per 1 pizzolo

  • 150 g di farina per pizza
  • 110 ml di acqua tiepida
  • 50 g di farina integrale
  • 70 g di mozzarella da pizza
  • 70 g di salame a fette
  • funghi champignon
  • 2 cucchiaini di zucchero
  • 1/3 di bustina di lievito disidratato
  • formaggio grana grattugiato
  • timo q.b.
  • olio extravergine d’oliva
  • sale q.b.

PREPARAZIONE PIZZOLO

Preparazione dell’impasto: prendete un pentolino e fate sciogliere in acqua tiepida lo zucchero con il lievito per 10-15 minuti. Su una spianatoia adagiate le farine, mescolatele e disponetele a vulcano ricavando un buco al centro all’interno del quale versate pian piano l’acqua con il lievito; procedete ora con l’aiuto delle mani e impastate il tutto e solo in ultimo aggiungete il sale (fate attenzione se l’impasto vi si appiccica alle mani, spargete sui palmi un poco di farina). Quando l’impasto sarà omogeneo e ben lavorato, formate una palla e riponetelo in una ciotola con un po’ di farina e lasciate quindi lievitare per 3-4 ore, in un luogo caldo.

Preriscaldate il forno a 200°C.
Ungete ora una teglia da pizza, rotonda o quadrata non fa differenza, e stendete il vostro impasto aiutandovi con le mani. Per comodità potete anche stendere l’impasto con il mattarello, facendo attenzione alla dimensione della teglia. Infornatelo per 15-20 minuti. Togliete dal forno quando la focaccia sarà ben dorata in superficie e lasciatela raffreddare.

Mi raccomando, non spegnete il forno, vi servirà ancora!
Nel frattempo tagliate a dadini la mozzarella, lavate e affettate i funghi.
Prendete la focaccia e apritela a metà con l’aiuto di un coltello (fate attenzione che si sia ben raffreddata altrimenti questa procedura potrebbe romperla) e disponete quindi la mozzarella, il salame e i funghi e ancora mozzarella.

Richiudete la focaccia (come se fosse un panino ripieno!), spennellate la superficie con olio, cospargete con formaggio grattugiato e timo e rinfornate per altri 10 minuti aumentando la temperatura a 220°.

Sfornate la focaccia solo quando la superficie sarà dorata e croccante e la mozzarella sarà filante; lasciate raffreddare per qualche minuto e servite.

Per chiudere il pasto in dolcezza restiamo in Sicilia con questa ricetta semplice, fresca e gustosa: “Biancomangiare“.