Bradley Cooper come non lo avete mai visto… ai fornelli! Arriva il film Il sapore del successo, dove la cucina è protagonista

Di cucina sentiamo parlare spesso in televisione che, ormai da anni è piena zeppa di programmi culinari ricchi di grandi chef e concorrenti talentuosi, ma anche il cinema fa omaggio all’arte dei fornelli e, in particolare, in questo momento è in uscita il film con il premio Oscar Bradley Cooper, Il sapore del successo.

L’attore, interpreta lo chef stellato Adam Jones e Sienna Miller è nei panni della sua vice, Helene, gli attori hanno un feeling pazzesco perchè hanno già lavorato insieme molte volte, l’ultima, magistrale in American Snyper diretto da Clint Eastwood.

Il sapore del successo

Nel film, lo chef Adam Jones, sta passando un periodo difficile nonostante il suo innato talento e la sua incredibile fama, a causa di alcuni errori commessi in passato, l’abuso di alcol e droghe; è un ribelle, un egocentrico, ma vuole cercare di cambiare per raggiungere il traguardo della terza stella Michelin, il lascia-passare per l’olimpo dei migliori chef di tutti i tempi.  Così, decide di aprire un nuovo ristorante a Londra per provare a ricominciare una nuova vita, con i suoi collaboratori più fidati, Helene, appunto, Max, interpretato dall’italianissimo Riccardo Scamarcio, e Micheal. Ovviamente, non vi riveliamo il finale di questa affascinante avventura nel mondo dell’alta cucina.

La cucina al cinema

Il sapore del successo, non è sicuramente l’unico film che parla di chef o di cuochi provetti, anzi, la storia del cinema è piena di citazioni culinarie, come ad esempio la meravigliosa interpretazione di Meryl Streep in Julie and Julia del 2009, dove una food blogger dei giorni nostri prendeva ispirazione dalle creazioni della mitica cuoca Julia (Meryl Streep), autrice di famosissimi libri di ricette; tra un piatto e l’altro, le loro storie di vita si sono intrecciate in una commedia fresca ed emozionante.

 

Fonte: Youtube
Fonte: Youtube

Scopri i consigli per una casetta di pan di zenzero perfetta


Obesità danneggia il cervello: i neuroni connettono meno

Dieta pre-natalizia: prevenire è meglio che curare