Come fare i malfatti di tradizione bresciana

I malfatti sono un tradizionale piatto lombardo povero, ma ricco, nutriente e saporito al tempo stesso.

I malfatti sono una delle eccellenze di Carpenedolo, in provincia di Brescia, e sono composti da pochi ingredienti di uso comune, che però si sposano divinamente e non lasceranno i commensali a patire la fame!

DIFFICOLTÀ: 3

COTTURA: 30′

TEMPO DI PREPARAZIONE: 25′ + tempo di raffreddamento

Ingredienti malfatti di tradizione bresciana (per 4 persone)

  • 1 kg di spinaci freschi in foglia
  • 300 g di parmigiano o grana
  • 120 g di pane grattugiato
  • 5 uova
  • farina bianca
  • 80 g di burro
  • salvia
  • noce moscata
  • un pizzico di sale

malfatti di tradizione bresciana

Preparazione malfatti di tradizione bresciana

Per questa preparazione occorre: mandolina; spianatoia.
Lavate bene gli spinaci, rimuovendo eventuali residui terrosi. Si possono usare gli spinaci confezionati già lavati, anche se quelli freschi sono più saporiti. Bolliteli per 5 minuti in poca acqua bollente con un pizzico di sale, con un coperchio.

Scolate e strizzate gli spinaci, che devono essere bene asciutti. Con un coltello o una mandolina, tagliateli fini e lasciate a raffreddare. Solo quando si saranno raffreddati, potete mettere sale e noce moscata, aggiungendo poi anche le uova, il grana e il pane grattugiato.

L’impasto deve raggiungere una consistenza compatta. Con una porzione di impasto, create un cilindro e mettetelo su un piano infarinato. Tagliate degli gnocchi di circa 3 cm di lunghezza.

Prendete un pentolino e fate sciogliere il burro, a fuoco basso. Quando sarà liquido e leggermente dorato, aggiungete anche la salvia, lavata, mondata, asciugata e spezzettata con le mani, e fatela cuocere fino a quando diventa croccante.

Mentre preparate il burro, portatevi avanti mettendo a bollire l’acqua. Quando sarà a bollore, aggiungete gli gnocchi. Il tempo di cottura è abbastanza breve: appena iniziano a galleggiare, sono cotti. Scolateli con delicatezza, per evitare che si incollino tra loro, quindi condite con il burro fuso e servite caldi.

I gnocchi fanno subito pranzo di festa. Provate questa versione delicata e raffinata: “Gnocchi alla crema di scampi“.

ultimo aggiornamento: 16-04-2017

Redazione Milano

X