Petto di pollo ripieno di spinaci e feta

Petto di pollo ripieno di spinaci e feta: una gustosissima sorpresa.

chiudi

Caricamento Player...

Il petto di pollo ripieno di spinaci e feta è un ottimo secondo piatto, anzi, è quasi un piatto unico. L’unica accortezza che dovete seguire è di non far asciugare troppo la preparazione. Per evitarlo, quando serve aggiungete qualche cucchiaio di acqua o di brodo caldi.

DIFFICOLTÀ: 2

COTTURA: 60’

TEMPO DI PREPARAZIONE: 15’

Ingredienti per il petto di pollo ripieno di spinaci e feta (4 persone)

  • 800 g di petti di pollo interi
  • 400 g di spinaci
  • 250 g di feta
  • 50 g di cipolla
  • 6 cucchiai d’olio EVO
  • 1 rametto di timo
  • 1 pizzico di noce moscata
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.

Petto di pollo ripieno di spinaci e feta

Preparazione del petto di pollo ripieno di spinaci e feta

Cominciate la preparazione con il ripieno. Sbucciate la cipolla e tagliatela a fettine molto sottili. Versatela in una padella antiaderente con due cucchiai di olio EVO. Fate soffriggere a fuoco lento per dieci minuti, girando spesso. Nel frattempo, lavate gli spinaci eliminando le eventuali coste più grandi e coriacee. Versate gli spinaci nella padella e fateli appassire per dieci minuti, girando spesso.

Aggiungete un pizzico di noce moscata, quindi regolate di sale e di pepe. Spegnete il fuoco e fate intiepidire. Prendete i petti di polli interi, e con attenzione ricavate in ognuno di essi una tasca. Se preferite, potete farvi preparare la tasca direttamente dal vostro macellaio.

Quando il ripieno si è freddato, unite la feta sbriciolandola. Mischiate cercando di lasciare la feta a pezzettoni. Riempite i petti di pollo con il composto di spinaci e feta, e chiudete con uno stuzzicadenti in modo che il ripieno non fuoriesca durante la cottura. In una padella pulita, o in quella che avete già usato ripulita solamente con della carta assorbente da cucina per eliminare ogni traccia degli spinaci, versate quattro cucchiai di olio EVO.

Nello stesso tempo, mettete sul fuoco anche un pentolino colmo d’acqua e portatela a bollore. Se l’avete, è ancor meglio usare del brodo di carne o vegetale. Mettete la padella sul fuoco e, quando l’olio è arrivato a temperatura, adagiatevi i petti di pollo ripieni e fateli rosolare per due minuti per lato. Quindi pepate, aggiungete il rametto di timo e coprite abbassando il fuoco.

Fate cuocere per trenta minuti, girando i petti ogni dieci minuti, e salando quando mancano cinque minuti alla fine della cottura. Ogni tanto, quando vedete che la preparazione è troppo asciutta, aggiungete qualche cucchiaio d’acqua o di brodo.

Verificate che i petti di pollo siano ben cotti, quindi dividete nei piatti nappando con l’intingolo che si è formato. Servite caldi in tavola.

Se vi è piaciuta questa ricetta, provate anche l’impepata di arselle.

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!