Spiedini calamari e gamberi

Gli spiedini calamari e gamberi sono un secondo piatto simpatico e appetitoso e sono perfetti anche come finger food.

chiudi

Caricamento Player...

Gli spiedini calamari e gamberi sono un piatto semplicissimo. Offrono il vantaggio di poter essere preparati in anticipo, per essere messi in forno solo all’ultimo momento. Per questa ricetta, dei calamari usiamo solo la sacca, mettete i tentacoli da parte e usateli per un’altra preparazione, per esempio per un ottimo sughetto con il quale potete condire degli spaghetti. I calamari fateli pulire al pescivendolo, lo fanno anche nei supermercati, e fatevi tagliare la sacca ad anelli. Hanno coltelli affilatissimi, e per loro è un’operazione di pochi secondi che vi fa risparmiare molto tempo in cucina.

DIFFICOLTÀ: 1

COTTURA: 20’

TEMPO DI PREPARAZIONE: 15’ + marinatura

Ingredienti per gli spiedini calamari e gamberi (4 persone)

  • 1 kg di calamari
  • 1 kg di gamberi
  • 4 cucchiai di olio EVO
  • 100 g di pangrattato
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • 2 limoni
  • Sale q.b.
  • Pepe bianco q.b.

Spiedini calamari e gamberi

Preparazione degli spiedini calamari e gamberi

Se usate degli spiedini di legno, metteteli preventivante a bagno in acqua fredda per almeno mezz’ora. In questo modo scongiurate la possibilità che in forno si brucino. Lavate i gamberi sotto acqua corrente. Puliteli eliminando testa, carapace e filetto nero. Alla fine dovreste averne almeno sei a persona.

Prendete due spiedini di legno a persona e alternate in ciascuno di essi un anello di calamaro e un gambero. Alla fine ogni spiedino deve contenere tre anelli e tre gamberi. Mettete gli spiedini in un ampio contenitore e irrorateli con il succo filtrato di due limoni, conditeli con del pepe bianco, e girateli in modo che s’insaporiscano ovunque. Chiudete il contenitore e mettete in frigorifero a marinare per trenta minuti.

Nel frattempo, lavate le foglie di prezzemolo, asciugatele molto bene con della carta assorbente da cucina, quindi mettetele aperte in piatto e all’aria in modo che si asciughino alla perfezione. Trascorsa la mezz’ora di marinatura, preriscaldate il forno a 180° e tritate finemente le foglie di prezzemolo ormai asciutte.

Versate il pangrattato in un piatto piano, mischiatelo con il trito di prezzemolo, e usatelo per impanare molto bene gli spiedini da entrambi i lati. Adagiate gli spiedini su una teglia ricoperta da carta forno. Ungete gli spiedini con un filo d’olio EVO e mettete in forno per venti minuti.

Quando pronti, salateli leggermente, mettete due spiedini in ogni piatto e serviteli caldissimi.

Se volete provare un piatto di carne, ecco il coniglio alla cacciatora alla romana.

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!