Come ogni anno, ecco ripresentarsi nuovamente la solita domanda: cosa fare a Capodanno?

Le opzioni, in fondo, sono sempre le stesse: cenone con brindisi e disco music, in giro per locali (se le condizioni climatiche lo permettono, ovviamente) o classica riunione casalinga con amici e familiari.

Quest’ultima soluzione è particolarmente azzeccata per chi ha bambini piccoli o non vuole spendere cifre folli, finendo spesso per ritrovarsi in posti super-affollati a mangiare cibo di scarsa qualità. Ma non solo: festeggiare il Capodanno in casa consente di selezionare i partecipanti ed evitare file all’ingresso, attese snervanti per parcheggiare l’auto, liti e altre situazioni spiacevoli. Per tali motivi, sempre più persone scelgono di trascorrere la serata tra le mura domestiche, mettendo a disposizione il proprio appartamento come location per un party casalingo – o recandosi da amici.

Se l’idea ti stuzzica, ecco alcune dritte per trasformare una semplice cena tra pochi intimi in un’occasione di relax, divertimento e convivialità cool più di qualsiasi mega-evento.

10 piatti detox per rimettersi in forma dopo le feste

Mise en place per Capodanno

1. Fai scorta di drink (alcolici e analcolici)

Se c’è qualcosa che non può mancare durante una festa, soprattutto se si tratta di una serata speciale come quella di San Silvestro, è il beveraggio. Ciò significa che non si può cavarsela soltanto con uno spumante per il brindisi di mezzanotte, ma che occorrerà fare scorta di drink alcolici e analcolici (indispensabili, questi ultimi, se la lista degli invitati comprende anche bambini e ragazzi).

Per lasciare a bocca aperta gli ospiti, si può giocare con gli accostamenti cromatici e, in particolare, con il colore rosso, tradizionalmente associato alla notte di Capodanno. Come? Proponendo bibite a base di mirtilli, melograno, fragole, oppure ancora a base di un Malfy gin con Arancia, ottimo come ingrediente per cocktail e aperitivi agrumati (ad esempio, un gin tonic all’arancia o un popolarissimo Negroni con bitter e vermouth rosso), ma anche per accompagnare carpacci, carni bianche marinate, arrosti e insalate.

2. Prepara una compilation musicale a tema

Se c’è il timore che, alla lunga, l’attesa della mezzanotte possa risultare noiosa, si può sfruttare un elemento da sempre associato al divertimento: la musica. Nelle ore che precedono la cena, prepara una compilation con brani ballabili, combinando i grandi classici degli anni Ottanta, Novanta e Duemila alle hit del momento, che di sicuro faranno alzare dalla sedia i tuoi invitati e creeranno subito un’atmosfera cool.

Evita generi troppo aggressivi, introspettivi o “di nicchia”: l’ideale è un mix tra pop, rock e dance music, con qualche pezzo lento da ballare in coppia o da cantare nel corso della serata, magari sorseggiando un gin tonic all’arancia o un gin con agrumi (come l’intramontabile gin lemon).

3. Trasforma la casa in una location per eventi

Se prevedi dai dieci invitati a salire – specialmente se, tra questi, vi sono anche bimbi piccoli – allora è necessario apportare alcune modifiche all’interno dell’appartamento, per renderlo quanto più simile a una location per eventi. Comincia da una pulizia generale, concentrandoti in particolare sulla cucina e sui bagni, e prosegui con una riorganizzazione degli spazi: se disponi di un’ampia sala da pranzo (o di un salotto di grandi dimensioni), utilizza quell’ambiente come area principale per lo svolgimento della serata. Rimuovi gli arredi che possono creare intralcio o risultare pericolosi (ad esempio, una lampada da terra o un tavolino in vetro) e gli oggetti più fragili che desideri preservare da eventuali danni (come quadri, tappeti, cuscini, vasi, specchi, soprammobili e via di seguito).

4. Scegli un menù originale, ma equilibrato

Veniamo, infine, all’elemento centrale del tuo veglione di Capodanno: il cibo. Cosa proporre in occasione di un party casalingo? La tentazione, in casi del genere, è quella di puntare su ricette super-elaborate e raffinate, magari a base di pesce o con ingredienti particolarmente pregiati.

Eppure, in queste occasioni, ciò che si rivela davvero vincente è la semplicità: scegli, dunque, piatti gustosi e non banali, ma al contempo equilibrati, cercando di variare il più possibile il menù, in modo da accontentare tutti i palati. L’ideale è un mix tra specialità tradizionali (come l’immancabile zampone con contorno di lenticchie) ed altre di ispirazione contemporanea, meglio se realizzabili in tempi non troppo lunghi. Informati, poi, su eventuali allergie alimentari e preferenze dei tuoi ospiti, così da proporre, all’occorrenza, delle varianti senza glutine, uova, lattosio o totalmente vegan.

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2023 - PC

ultimo aggiornamento: 22-12-2022


Tovagliolo portaposate fai da te? Ecco le idee più creative

Come diventare chef: 3 consigli per te