Come coltivare la lattuga sul balcone: per un'insalata sempre fresca

Lattuga sul balcone, bella e buona: ecco tutti i consigli!

Se non potete avere l’orto, non rinunciate alla bellezza di coltivare la lattuga sul balcone. È semplice e permette di avere insalata sempre fresca!

Quante volte avete desiderato di avere un piccolo orticello dove coltivare gli ortaggi che usate più spesso, come pomodori, melanzane, zucchine e insalata? Se l’idea dell’orto sul balcone non vi convince per mancanza di spazio, non potete rinunciare a coltivare la lattuga sul balcone. Bella e decorativa, pronta al taglio e sempre fresca è perfetta per tutti gli ambienti. Scopriamo insieme come fare.

Come coltivare la lattuga sul balcone

La lattuga è un’insalata da taglio. Ne esistono moltissime varietà tutte accomunate dal fatto che richiedono davvero pochissima terra. È proprio questa caratteristica che vi permetterà di avere delle piante di lattuga sempre verdi sul balcone o appena fuori dalla finestra.

Lattuga
Lattuga

Per la lattuga da taglio vi occorrono delle cassettine di plastica, munite di sottovaso come quelle che si utilizzano per piantare i fiori. Per una famiglia di 4 persone potrebbero bastare 2/3 cassettine.

Procuratevi poi del terriccio molto fertile, universale o specifico per l’orto in vaso. Inumidite la superficie del terreno dopo averlo distribuito nei vasi, spargete nel modo quanto più uniforme possibile i semi della varietà di lattuga scelta e coprite con un altro sottile strato di terriccio. Annaffiate nuovamente e attendete un paio di settimane, bagnando di tanto in tanto, che la vostra lattuga cresca.

Se avete seminato troppo fitto potete via via diradare, rimuovendo i germogli più brutti e fragili in modo da dare respiro alle piante più forti.

In alternativa potete acquistare delle piantine alte già qualche centimetro al vivaio. In questo modo sarete certi che crescano alla giusta distanza senza faticare troppo.

Il trucco per avere la lattuga sempre fresca è seminarla a due settimane di distanza una cassettina dall’altra. Avrete così una produzione scaglionata e verdure sempre croccanti. Abbiate poi l’accortezza di lasciare un paio di centimetri di insalata quando la raccogliete, tagliandola con un coltello pulito. Dopo qualche giorno noterete che l’insalata ricomincia a crescere verde e rigogliosa.

Nessuno poi vi vieta di seminare varietà diverse oppure di piantarle nello stesso vaso insieme a fiori decorativi, formando belle composizioni.

ultimo aggiornamento: 21-02-2020