La pala per pizza è un accessorio utilizzato generalmente in un contesto professionale, di solito nelle pizzerie con forno a legna tradizionale si utilizzano addirittura due pale per pizza: quella per infornare, e quella per cuocere.

La pala per infornare le pizze è piuttosto larga, talvolta anche oltre i 50 centimetri, ed è realizzata in un materiale antiaderente, per evitare che la pasta si attacchi e per consentire dopo la cottura il rapido trasferimento della pizza pronta sul piatto.

Le pale per pizza destinate solo alla cottura sono invece leggermente più piccole, devono essere molto maneggevoli, sicure, e in grado di resistere anche alle altissime temperature.

Oltre alla scelta del modello di pala per pizza ideale, è molto importante valutare con attenzione il tipo di materiale con cui la pala è stata realizzata, poiché deve essere igienico, resistente al calore e all’uso, e facilmente lavabile.

La dieta depurativa per rimettersi in forma dopo le feste

pizza forno legna

I materiali più utilizzati per le pale per pizza e le loro caratteristiche

Le pale per pizza possono essere realizzate con materiali di diverso tipo, dal legno, all’acciaio, all’alluminio. Il legno è il materiale più classico, le pale in legno consentono di trasferire la pizza nel forno senza danneggiarla e offrono il valore aggiunto di un piacevole aspetto vintage. Sono però piuttosto pesanti e richiedono un trattamento adeguato al fine di garantire la massima igiene e la loro perfetta conservazione.

L’acciaio è un ottimo materiale per le pale da pizza, resistente, facile da mantenere pulito e in grado di sopportare a lungo anche le temperature molto alte: per tale ragione le pale in acciaio vengono spesso usate quando la pizza richiede un tempo di cottura più prolungato. È comunque piuttosto pesante, per questo non tutti la ritengono la scelta migliore.

Le pale in allumino sono sicuramente le più scelte e non è un caso visti i grandi vantaggi che hanno. Esse offrono, per esempio, il vantaggio della leggerezza, sono semplici da manovrare e da mantenere pulite e permettono di svolgere rapidamente le operazioni di trasferimento della pasta dal banco al forno. L’alluminio è inoltre un ottimo materiale per alimenti, igienico e resistente.

Un’altra caratteristica che riguarda le pale per pizza, soprattutto se realizzate in un materiale metallico, è la foratura. La presenza dei fori sulla pala è utile per liberare la base della pizza da farina e fuliggine, oltre a rendere lo strumento molto più leggero. La scelta sulla foratura è soggettiva: alcuni preferiscono la pala forata poiché più maneggevole, altri prediligono una maggiore stabilità e scelgono una pala piena.

La lunghezza del manico della pala

Le pale per pizza professionali destinate ai forni a legna possono essere lunghe anche un paio di metri, considerando che questo strumento può dover permettere di raggiungere il fondo del forno e, nello stesso tempo, evitare di avvicinarsi troppo con le mani all’ingresso. Esistono comunque anche pale da pizza molto più corte, con un manico di lunghezza inferiore ai 50 centimetri, adatte per i piccoli forni elettrici delle tavole calde oppure anche per un utilizzo domestico.

La scelta della pala per pizza, come abbiamo visto, è a discrezione di chi la utilizza. Si consiglia comunque di orientarsi verso un modello leggero e maneggevole, delle dimensioni adatte al proprio forno, preferibilmente con pala saldata al manico. È importante verificare con attenzione anche la qualità del materiale, che deve essere garantito per alimenti e resistente alle alte temperature.

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 21-12-2021


Biscotti di pasta frolla con cioccolato fondente

Come organizzare la cena di Natale: menù, addobbi e convivialità