Come usare l’aceto balsamico per dimagrire, per condire e per cucinare? Scopri le migliori ricette con l’aceto balsamico e se fa ingrassare. 

Come usare l’aceto balsamico in cucina

L’Aceto balsamico di Modena IGP è un condimento che soddisfa l’olfatto, il gusto e l’occhio. Pensiamo, in particolare, ai piatti guarniti con la glassa o con le perle all’aceto balsamico. Per non parlare di altri dettagli ricercati, come le cialde all’aceto, croccanti e molto scenografiche. Come usarlo in cucina? Ecco qualche suggerimento, spaziando dalle ricette ipocaloriche ai dessert.

9 ricette autunnalli per la tua tavola

Aceto balsamico e Parmigiano

Primo piatto light: Gazpacho con aceto balsamico

Oltre a essere un condimento salutare, l’aceto balsamico stupisce con mille variazioni sul tema. Per apprezzare la sua versatilità basta soffermarsi sulla linea di condimenti De Nigris, ricca di proposte creative. La gamma spazia dal ketchup alle perle di aceto balsamico al tartufo, dalle glasse aromatizzate al condimento pregiato “12 travasi”, perfetto per risotti al parmigiano, cheese cake e altri sfizi saporiti.

A proposito di peccati di gola: si può usare l’aceto balsamico per dimagrire? La risposta è sì, avendo cura di scegliere le ricette più salutari: come il gazpacho di verdure, ipocalorico e ricco di vitamine. Lo si può preparare coi propri ortaggi preferiti, usando pomodori e peperoni o in “versione verde”, con sedano, rucola, prezzemolo e basilico o altre verdure e aromi a scelta. Basterà frullare il tutto con l’olio e guarnire con cipollotto, cubetti di tofu e un giro di aceto balsamico. Più in generale, l’aceto balsamico fa ingrassare? Chi segue una dieta ipocalorica non deve rinunciare a questo condimento: a patto, ovviamente, di non esagerare con le quantità e di non abusare di condimenti dolci. Chi, invece, non deve basare troppo alla linea può concedersi anche una bella glassa (magari, aromatizzata alla vaniglia) per guarnire coppe gelato e dessert cremosi.

Secondo: Tagliata di tonno al sesamo

Un’altra ricetta da provare è la tagliata al tonno in crosta di sesamo: un secondo piatto sontuoso, caratterizzato da un delizioso contrasto fra morbido e croccante. Da arricchire con la glassa pronta, o con una riduzione di aceto balsamico preparata al momento. Anche in questo caso il procedimento è molto semplice: basterà tagliare i filetti di tonno in fette non troppo sottili, passarle nell’olio e nel sesamo e farle scottare in padella su entrambi i lati per qualche minuto. Il pesce andrà quindi adagiato su un letto di rucola, dopo averlo tagliato a listarelle, e decorato con l’aceto balsamico (o con una glassa golosa).

Dessert: Mousse al mascarpone con cialda all’aceto balsamico

Infine, ecco un suggerimento per un dolce facilissimo (nobilitato da un dettaglio ricercato). Ecco come procedere: riempiamo dei bicchierini con la crema al mascarpone e decoriamo con fragole (o lamponi), qualche fogliolina di menta e una cialda all’aceto balsamico. Come preparare questa decorazione così scenografica? Basta realizzare una pastella con farina, olio, acqua, sale e aceto balsamico (volendo, si può scegliere un aceto aromatizzato per dare un tocco più particolare). Non resta che armarsi di pazienza, far cuocere il composto su una padella antiaderente e staccarlo delicatamente dopo aver fatto evaporare l’acqua.


Viaggiare in camper: idee per ottimizzare gli spazi senza rinunciare al design

L’ascesa della cucina online