Ad ottobre la città emiliana ospita le due fiere che celebrano la buona tavola e le attività del territorio. Su tutte, l’apicoltura.

Territorio ricco di cibi prelibati e tradizioni culinarie, l’Emilia-Romagna è il luogo giusto dove cercare i percorsi più interessanti all’insegna dell’enogastronomia e dei prodotti agricoli genuini. La Food Valley d’Italia – così viene chiamata la regione – ospita in particolare per il mese di ottobre due fiere molto importanti in questo senso. Stiamo parlando di Apimell e di Buon Vivere: scopriamo insieme tutti i dettagli.

Dove e quando si terranno le due fiere

fiera salone uomini d'affari

10 ricette detox per tornare in forma

Piacenza è la città che ospiterà le due rassegne dedicate all’apicoltura e ai prodotti della tavola. Situata tra il fiume Po e l’Appenino tosco-emiliano, ha – come dice il sito ufficiale – un’anima di “terra di passo”, perfetta per creare occasioni di incontro e di ospitalità. In particolare, un enorme spazio (di 30.000 mq complessivi) sarà adibito ad accogliere espositori, conferenze e visitatori: si tratta di PiacenzaExpo, struttura innovativa ed accogliente, perfetta per grandi eventi come quelli di cui stiamo parlando.

Le date sono le stesse per Apimell e per Buona Tavola: 27, 28, 29 ottobre 2023, ossia venerdì, sabato e domenica. Per quel che concerne gli orari, i professionisti del settore, gli appassionati o anche solo i curiosi potranno accedere ai padiglioni dalle ore 9.30 alle 18.00 per le giornate di venerdì e sabato, mentre nella giornata conclusiva si arriverà alla chiusura già alle 15.30. Per accedere, è necessario comprare un biglietto: il costo dell’intero è di €10, ma comprato online si abbassa a €8.50. I bambini fino ai 12 anni entrano gratis, mentre per i gruppi sono possibili riduzioni.

Buon Vivere: il programma della rassegna enogastronomica

I visitatori a PiacenzaExpo potranno immergersi nei sapori e negli odori della migliore tradizione emiliana, grazie alla kermesse Buon Vivere. La tre giorni proporrà molti eventi ed attività volti alla valorizzazione dei prodotti tipici regionali e degli alimenti biologici e di più alta qualità.

Verranno quindi proposte ottime degustazioni di prodotti e piatti direttamente dai banchetti delle aziende agricole presenti, nonchè organizzati incontri e convegni sui temi dell’agricoltura e della buona tavola. Tra formaggi, salumi, birre, e le conferenze sul “Miele del territorio piacentino” – per collegarci all’altro evento in programma – i partecipanti potranno anche assistere a cooking show o a veri e propri laboratori di cucina.

Apimell: la più importante manifestazione del settore apicoltura

miele con servimiele

Accanto alla rassegna enogastronomica, si terrò l’appuntamento autunnale di Apimell – che ha cadenza biennale – che forma, con l’edizione primaverile, la più importante Mostra Mercato Internazionale specializzata nel settore apicoltura. Un vero e proprio crogiolo di conoscenze, esperti, attrezzature, tecnologie all’avanguardia, e prodotti ricavati da api e alveari, paradiso per gli apicoltori e gli appassionati.

La parte espositiva della fiera verrà affiancata nelle tre giornate da diversi convegni e seminari, incentrati sulle pratiche più aggiornate nell’apicoltura e sull’agricoltura in generale. Per i buongustai, sarà sicuramente interessante la sezione dedicata al prodotto finito del settore, ossia il miele, presente nelle sue diverse varietà e qualità, poliflora, monoflora, e via discorrendo. Non verranno dimenticati poi anche i prodotti secondari realizzati dai trasformatori, come propoli, cera vergine, gelatina reale, e prodotti per l’erboristeria e la cosmetica.

Leggi anche
Miele: tipi, proprietà e utilizzi in cucina

In ultimo, è giusto ricordare che in concomitanza con le due fiere, lo spazio espositivo ospiterà anche un terzo evento, ossia Forestitalia – Salone Agroforestale, dedicato a tutti coloro che lavorano nel settore forestale.

Riproduzione riservata © 2023 - PC

ultimo aggiornamento: 25-10-2023


Plastica sotto attacco: cosa rischia di sparire dagli scaffali dei supermercati?

Anna Moroni trionfa sullo schermo, ma la sua nuova avventura è senza la Clerici