I cappellacci ripieni di carciofi e formaggi sono un primo di ispirazione laziale che sa di primavera.

I cappellacci, come si dice a Roma, o ravioli richiedono un po’ di lavoro, ma fanno sempre una gran figura e sono un primo piatto di qualità davvero made in Italy.

DIFFICOLTÀ: 4

COTTURA: 25′

TEMPO DI PREPARAZIONE: 45′ + riposo

INGREDIENTI CAPPELLACCI RIPIENI AI CARCIOFI per 4 persone

  • 200 g di farina
  • 200 g di pecorino
  • 150 g di semola
  • 100 g di marzolino
  • 4 carciofi
  • 3 uova
  • foglie di menta
  • 1 limone
  • olio extravergine di oliva
  • aglio
  • sale q.b.

10 ricette per tenersi in forma

Cappellacci ripieni ai carciofi

PREPARAZIONE CAPPELLACCI RIPIENI AI CARCIOFI

Mettete dentro al mixer le uova, un filo di olio, il sale e le farine, precedentemente mescolate. Impastate per alcuni minuti, fino a ottenere un composto omogeneo. Spostate l’impasto su una spianatoia infarinata, quindi lavoratelo a mano. Dategli la forma di una palla, mettetelo in un contenitore coperto con la pellicola e lasciate il frigo per almeno un’ora.

Mettete a scaldare una padella con un filo di olio e l’aglio. Prendete tre dei quattro carciofi e puliteli, eliminando le foglie più dure. Tagliateli a fettine, quindi metteteli a cuocere nella padella che si sarà intanto scaldata (attenti a non bruciare l’aglio). Fate saltare per qualche minuto a fuoco alto, poi abbassate, coprite, aggiungete un bicchiere di acqua e lasciate cuocere per 20 minuti. Quando i carciofi saranno pronti, fateli raffreddare e poi tagliateli a pezzi piccoli. Tenete da parte il liquido di cottura residuo.

In una ciotola unite i carciofi ai formaggi gratuggiati, con un po’ di acqua di cottura, e amalgamate il tutto. Nel frattempo preparate la pasta, usano la Nonna Papera o il mattarello. La sfoglia deve essere sottile. Quindi usate un coppapasta dal diametro di 6 cm per ottenere dei cerchi di pasta, al centro dei quali metterete una pallina di ripieno. Chiudete quindi a mezzaluna e arrotolate per formare i cappellacci. In alternativa, potete tagliare la pasta a dischi rotondi e fare dei ravioli, sovrapponendo due strati con in mezzo il ripieno.

Pulite il carciofo avanzato, lavatelo e tagliatelo a fettine molto sottili, che tufferete subito in una ciotola con acqua e limone, per evitare l’ossidazione. Fate lessare i cappellacci in acqua salata. Nel frattempo, mettete a scaldare una padella con poco olio, in cui sposterete i cappellacci appena scolati. Distribuiteli nei piatti e guarnite a piacere con le fettine di carciofi, la menta o quello che preferite.

La mentuccia è un profumo che ci richiama la primavera. Eccola in un altro piatto sano: “Cavolfiore e noci con vinaigrette al limone e mentuccia“.

0/5 (0 Reviews)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 06-03-2017


Miglio con pesto, salsa di pomodoro e sedano

Ricetta salva tempo: Involtini di persico con il lardo su letto di patate croccanti