Congelare e surgelare sono due termini spesso confusi tra loro. In realtà questi due processi sono piuttosto diversi e anche il risultato finale non è lo stesso.

Diciamocelo: avere sempre qualcosa di pronto nel freezer è comodo: non solo verdure, ma anche piatti pronti da gustare. Spesso però tendiamo a confondere i prodotti congelati con quelli surgelati. Oggi vediamo insieme qual è la differenza tra congelare e surgelare; in linea di massima possiamo dire che i due processi si differenziano per temperatura e tempo di lavorazione

Surgelare: cosa significa?

Quando un alimento viene sottoposto a temperature inferiori ai -18°C surgela. È un processo che può avvenire solo a livello industriale e permette di ottenere prodotti le cui caratteristiche nutrizionali restano invariate. Questo perché abbattere la temperatura in modo repentino, porta alla formazione di cristalli di ghiaccio molto piccoli che non vanno a compromettere l’integrità del prodotto.

I surgelati sono quelli che si trovano al supermercato. Prima di acquistarli però assicuratevi che non sia stata interrotta la catena del freddo. Per capirlo vi basterà osservare e tastare la confezione: sulla parte esterna non dovrà essere presente brina mentre all’interno non dovrete sentire agglomerati di prodotto. Questi infatti si formano in seguito a un processo di scioglimento e ricongelamento.

10 ricette per tenersi in forma

verdure congelate
verdure congelate

Congelare: cosa significa?

Un prodotto congela se sottoposto a temperature comprese tra gli 0°C e i -15°C. Il processo di congelamento inoltre è più lento rispetto al precedente il che porta alla formazione di cristalli di ghiaccio più grandi. A essere congelati sono solitamente piatti fatti in casa o verdure in eccedenza. È importante però che ogni prodotto sia conservato in un contenitore chiuso (di plastica, vetro o alluminio) e sia etichettato con la data di confezionamento. I cibi congelati infatti tendono a deperire più velocemente.

Concludendo quindi, i prodotti surgelati sono quelli che trovate nel reparto freezer del supermercato. Occorre prestare attenzione che non sia stata interrotta la catena del freddo e una volta a casa vanno subito riposti nel congelatore. I cibi congelati sono quelli che si ottengono con i freezer domestici, tendono a deperire più velocemente e a mutare di consistenza una volta scongelati.

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

consigli alimentari

ultimo aggiornamento: 08-05-2020


Elettrodomestici da cucina: codici sconto per risparmiare

Dieta a zona: come funziona e perché è tanto apprezzata