Si può alleviare il senso di nausea, fastidioso e sgradevole, attraverso le proprie abitudini alimentari.

Più o meno spesso, a tutti è capitato di provare un antipatico disturbo provocato dalla nausea. Non si tratta di una vera e propria condizione patologica, piuttosto risulta invece un campanello d’allarme del nostro organismo, che ci dice che qualcosa non sta andando per il verso giusto.

I cibi che aiutano a lenire questo fastidioso disturbo e quelli nemici di chi soffre di nausea

In primo luogo, se i sintomi ci portano a un malessere generalizzato è meglio digiunare.

In seguito, le bevande calde rappresentano il primo step per migliorare le proprie condizioni. Un buon tè, oppure acqua e limone, magri con una punta di zenzero possono aiutarci a recuperare le energie e a ridurre il fastidio. Lo zenzero è infatti uno degli alimenti chiave per curare la sintomatologia della nausea. Sotto forma di tisana, candito, in polvere oppure fresco questo prodotto rappresenta un vero e proprio toccasana per chi soffre di questo disturbo.

Esistono poi degli alimenti che possiamo considerare veri e propri nemici, di chi soffre di nausea. Si tratta dei cibi fritti in generale, delle vivande speziate e di tutto ciò che contiene caffeina.

Non c’è una bacchetta magica per creare una dieta anti nausea; ma possiamo trovare degli accorgimenti che migliorano le condizioni di benessere e possono aiutare a sconfiggerla.

Se le cause sono legate al cattivo funzionamento dell’apparato gastrointestinale, ad esempio, fare piccoli pasti non eccessivamente ricchi in grassi durante tutto l’arco della giornata può essere un escamotage.

9 ricette autunnali per la tua tavola

Bevanda calda allo zenzero
Fonte foto: https://pixabay.com/it/ginger-t%C3%A8-allo-zenzero-ingber-imber-1714106/

La nausea nelle sue svariate sfaccettature

La nausea può essere sintomo di malattie differenti, ad esempio legate all’apparato digerente e alla cattiva digestione. Questo fastidioso disturbo può comparire anche se abbiamo esagerato durante un pasto, oppure nel caso di allergie o intolleranze alimentari.

Ma non solo: può essere sintomo dell’inizio di una gravidanza.

Può inoltre essere provocata da situazioni decisamente più gravi, come le patologie legate al sistema nervoso centrale, come ictus ed emorragie cerebrali.

Quindi è bene far sempre riferimento al medico di fiducia per consigli personali, in base alle proprie esigenze.

ultimo aggiornamento: 02-05-2018


Al via la nuova tappa de Il Rum è Servito a Cetara

Il rito della cuccuma di Kimbo, in occasione della Giornata della Lentezza