Qual è la differenza tra zampone e cotechino? Scopriamolo insieme!

Zampone e cotechino: quali sono le differenze tra questi due insaccati tipici del periodo natalizio?

Spesso confusi tra loro, zampone e cotechino sono due salumi insaccati che la fanno da padrone durante le festività natalizie. Solitamente accompagnati con il pure o con le più fortunate lenticchie, vengono spesso confusi tra loro. Il motivo è da ricercarsi probabilmente nel fatto che entrambi si ottengono dalla carne di maiale, macinata finemente e condita con spezie. La differenza sostanziale tra i due risiede però nell‘involucro utilizzato per conservarli: cotenna in un caso, budello nell’altro.

Cos’è il cotechino

Il cotechino ha una storia millenaria: nacque infatti dall’esigenza di conservare la carne di maiale macinata in tutta fretta durante un assedio papale avvenuto a Mirandola nel 1500. Per ovviare al problema, carne e cotenna furono macinate finemente, condite con spezie e poi insaccate nel budello di maiale.

Cotechino
Fonte foto: https://pixabay.com/it/cibo-pasto-spuntino-carne-cena-3048271/

La cottura del cotechino, nel caso in cui scegliate un prodotto fresco, si aggira attorno alle due ore. Il cotechino precotto invece sarà pronto per essere gustato in 30 minuti. Per coccolare voi e la vostra famiglia, provate ad acquistarlo fresco dal macellaio e sentirete che bontà!

Il cotechino Modena vanta il marchio I.G.P. e un rigido disciplinare di produzione. È diffuso soprattutto nelle zone limitrofe all’Emilia Romagna, come la Lombardia e il Friuli (che tra l’altro ne contende l’origine), ma anche a Verona. L’abbinamento più classico è il cotechino con le lenticchie, ma se volete cambiare e portare in tavola qualcosa di originale, provate il cotechino in crosta.

Cos’è lo zampone

Lo zampone è uguale al cotechino per quanto riguarda la composizione del ripieno: carne di maiale e cotenna, macinati fini e conditi con spezie. Ciò che lo differenzia dal cotechino è l’involucro esterno. In questo caso infatti si tratta della zampa anteriore del maiale, completata di unghie.

Il sapore di conseguenza rimane più corposo perché inevitabilmente in cottura il grasso contenuto nella cotenna esterna va ad arricchire il ripieno. Anche in questo caso è Modena a vantare il presidio I.G.P. per la produzione dello zampone. Provate il classico abbinamento zampone e lenticchie e non ve ne pentirete.

Ecco i nostri suggerimenti per cucinare le lenticchie alla perfezione!

Fonte foto: https://pixabay.com/it/cibo-pasto-spuntino-carne-cena-3048271/

Aggiungi al ricettario

ultimo aggiornamento: 16-01-2019

X