Come cucinare le lenticchie rosse: caratteristiche, proprietà e usi in cucina

Mai sentito parlare delle lenticchie rosse? Ecco cosa sono e come si preparano!

Sono leggere, versatili e ricche di proprietà: scopri tutte le caratteristiche delle lenticchie rosse, un alimento di cui non si può fare a meno.

Molti di noi preparano davvero raramente i legumi presi dal fatto che ceci, fagioli e lenticchie possono richiedere lunghi tempi di ammollo e di cottura. Fanno eccezione le lenticchie rosse che, a differenza della varietà tradizionale e dei legumi più classici, sono più digeribili e veloci da cuocere. Scopriamo insieme le loro caratteristiche e alcuni suggerimenti per utilizzarle al meglio!

Lenticchie rosse: proprietà nutrizionali e benefici

lenticchie rosse
lenticchie rosse

Le lenticchie di color rosso sono fonte di proteine vegetali, sono povere di grassi e contengono anche una buona quantità di ferro. Questi elementi sono particolarmente adatti per chi deve tenere sotto controllo i picchi glicemici e per chi soffre di anemie. Non dimentichiamo che sono utili anche per regolarizzare l’intestino e per chi ha problemi di sovrappeso.

Da noi si trovano comunemente nella versione decorticata, cioè senza la pellicina esterna. Sono molto versatili e naturalmente prive di glutine e per questo sono adatte anche ai celiaci. Insieme a miglio, grano saraceno e riso sono dunque un ottimo alimento per variare l’alimentazione.

Come cucinare le lenticchie rosse

Rispetto agli altri tipi di legumi, questa varietà non richiede nessun ammollo preventivo. Queste lenticchie, infatti, vanno lessate per circa 15/20 minuti partendo da acqua fredda dopo averle sciacquate bene sotto acqua corrente, successivamente è possibile anche stufarle facendo evaporare completamente il liquido.

Le lenticchie di questo tipo sono molto utilizzate nella cucina dell’Asia Meridionale e in particolare quelle decorticate sono spesso abbinate a riso e pane. Tra i paesi in cui sono maggiormente consumate troviamo Pakistan, Sri Lanka, Nepal e Bangladesh. Da noi sono ancora poco conosciute e utilizzate, anche perché la maggior parte della produzione mondiale arriva da Australia, India e Canada.

Non preoccupatevi se notate che durante la cottura vedete che il loro iniziale colore arancione tende un po’ a sbiadirsi, è normale. Sono poi un’ottima base per piatti come burger o polpette vegetali, minestre e vellutate.

ultimo aggiornamento: 29-12-2019