Cambiare dieta a 40 anni può allungare la vita…e non di poco! Cosa dice la scienza e la dieta alimentare da seguire.

Non è mai troppo tardi per modificare il proprio regime alimentare. Questa decisione, infatti, non solo può portare a un miglioramento immediato del benessere fisico e mentale, ma anche contribuire significativamente a prolungare la vita (e non di poco). Secondo uno studio infatti cambiare dieta a 40 anni allunga la vita di ben 10 anni.

Questa dichiarazione è sostenuta da una ricerca scientifica svolta da un team dell’Università di Bergen, in Norvegia, pubblicata poi sulla rivista Nature Food nella quale i ricercatori spiegano anche quali sono i cibi consigliati per migliorare la propria dieta e quelli che sarebbero da evitare o per lo meno limitare.

Cereali e frutta secca
Cereali e frutta secca

10 ricette detox per tornare in forma

La ricerca: come si è svolta

La ricerca ha analizzato dati provenienti dall’archivio Biobank, che include circa mezzo milione di volontari britannici compresi tra i 40 e i 69 anni. Le persone sono state suddivise in cinque modelli alimentari e le osservazioni hanno monitorato l’evoluzione di tali modelli nel corso degli anni.

Le analisi sulle abitudini alimentari hanno rivelato che passare da modelli alimentari non salutari a modelli associati alla longevità, come la dieta mediterranea, a 40 anni, è correlato a un aumento dell’aspettativa di vita di 10,8 anni per gli uomini e 10,4 anni per le donne. Nella stessa popolazione, adottare il modello alimentare Eatwell, raccomandato ufficialmente dalla Public Health England e dal Governo del Regno Unito per una dieta sana, fa guadagnare 8,9 anni per gli uomini e 8,6 anni per le donne di 40 anni.

Non è mai troppo tardi

Ma non solo a 40 anni è possibile allungare la propria vita cambiando la dieta. Infatti, se a 70 anni si passa a una dieta sana le donne potrebbero guadagnare 5,4 anni mentre gli uomini 5,0 anni, che seguendo le linee guida di Eatwell sono 4,4 anni per le donne e 4 anni per gli uomini.

Sostanzialmente, come spiegato dal team di ricerca “Quanto maggiori sono i cambiamenti apportati verso modelli alimentari più sani, tanto maggiori saranno i guadagni attesi nell’aspettativa di vita“.

Cibi da introdurre e da evitare

Infine, i ricercatori hanno anche individuato quali gruppi alimentari sono generalmente associati a una maggiore mortalità e, al contrario, a una maggiore longevità.

Secondo questa ricerca, le scelte alimentari da limitare includono le bevande zuccherate e la carne lavorata, mentre tra le opzioni più salutari ci sono cereali integrali e la frutta secca.

Leggi anche
Minestrone della longevità

Riproduzione riservata © 2024 - PC

ultimo aggiornamento: 02-12-2023


Aria di Natale a Cologna Veneta con la Festa del Mandorlato 2023

Guida ai simboli della friggitrice ad aria