Prima di degustare e bere il whisky è importante sapere come farlo al meglio, quali sono i bicchieri più adatti e gli aromi della bevanda.

Il whisky è ottenuto dalla distillazione di mosto fermentato e composto da orzo e altri cereali in misura variabile. Se siete dei novellini in questo mondo tutto da scoprire, alcuni consigli su come bere il whisky per gustarlo appieno potrebbero tornarvi utili.

Il più famoso è senza dubbio quello scozzese che ha ottenuto anche una maggior diffusione rispetto ai vicini whiskey irlandesi. Anche negli Stati Uniti si produce questa bevanda con mosti ottenuti da mais o segale dato che l’orzo è presente in quantità inferiore. Gli stati più produttivi sono il Tennessee e il Kentucky. Ma come bere il whisky correttamente? Ecco alcuni consigli utili.

Degustare whisky
Degustare whisky

10 ricette detox per tornare in forma

Bicchieri da whisky: quali scegliere

Forse non tutti sanno che per bere il whisky anche il bicchiere ha la sua importanza. I puristi delle degustazioni, infatti, sostengono che la scelta del bicchiere è fondamentale. Ma c’è anche chi si accontenta di bere il whisky in un bicchiere qualsiasi.

I più adatti sono i bicchieri di vetro, che non alterano il sapore del whisky: sono da preferire il bicchiere tulipe o i tumbler che concentrano i sapori e gli odori per una perfetta degustazione.

Come servire il whisky: liscio, con acqua o on the rocks

Dopo aver scelto il bicchiere, l’altro aspetto fondamentale è la scelta del servizio. La temperatura del whisky deve essere tra i 18 e i 20°C, quindi più o meno a temperatura ambiente, così come deve essere il bicchiere. Ora però passiamo a definire se è meglio degustarlo liscio, on the rocks o con aggiunta di acqua.

Degustare whisky liscio

Degustare whisky liscio
Degustare whisky liscio

Se siete del team “whisky liscio è meglio” siete in errore. Infatti gli esperti bevitori sanno che bere il whisky in questo modo non permette di apprezzare appieno tutto ciò che può offrire, principalmente perché il whisky di solito ha una gradazione alcolica molto elevata, almeno 40 gradi, e di conseguenza l’alcol tende a intorpidire i sensi, impedendo di percepire gli odori e i sapori che si devono e vogliono sentire in una degustazione consapevole.

Degustare il whisky on the rocks

Whisky on the rocks
Whisky on the rocks

Se gustare il whiskey liscio non è ritenuto un grave errore dai più, tutti gli esperti sapranno sicuramente invece consigliarvi di non aggiungere il ghiaccio per una degustazione ottimale. Infatti l’aggiunta di due o tre cubetti di ghiaccio al whisky servito a temperatura ambiente non rappresenta un ottimo metodo per apprezzare appieno gli odori del distillato. Il ghiaccio ha l’effetto di diluire il whisky, abbassando la sua gradazione alcolica e facendo perdere gli odori più intensi, quelli che distinguono un whisky di qualità da un prodotto mediocre.

Degustare il whisky con l’acqua

Whisky con acqua
Whisky con acqua

Arriviamo al metodo migliore per la degustazione del distillato: ovvero con l’aggiunta di un po’ di acqua. Le proporzioni consigliate sono tre parti di whisky e una parte di acqua.

L’alta gradazione alcolica del whisky permette di intrappolare i suoi aromi nel corso degli anni, rendendolo sempre più particolare e di alta qualità. L’aggiunta di acqua riduce la gradazione alcolica del whisky, consentendo agli aromi e ai sapori di sprigionarsi completamente, sia nell’olfatto che nel palato

Degustare whiskey
Degustare whiskey

Come bere il whisky e degustarlo

Per degustare bene il whisky, iniziate dalla percezione olfattiva, avvicinate il bicchiere al naso lentamente in modo da sentire i profumi. I più curiosi possono anche cercare di identificare i profumi e gli aromi.

Generalmente, sia per il whisky scozzese che per quello irlandese, gli aromi classici sono quelli di vaniglia e caramello e i sapori sono agrumati e floreali. Il whisky prodotto negli Stati Uniti invece può avere un sapore di acero come il Jack Daniels. Negli scotch whisky, invece, è prevalente un aroma affumicato.

Ricordate di assaggiare il drink lentamente e a piccoli sorsi, lasciandolo per qualche istante sul palato e sulla lingua prima di deglutire.

Leggi anche
Differenza whisky e whiskey: alla scoperta del mondo di questo distillato

Riproduzione riservata © 2024 - PC

ultimo aggiornamento: 20-05-2023


Lo sapevi perché la pipì puzza dopo aver mangiato gli asparagi?

Lo sapevi che il pane capovolto a tavola porta sfortuna?