Come pulire il forno con prodotti naturali e metodi fai da te per eliminare ogni traccia di unto e cattivi odori senza faticare.

Ogni volta che si prepara da mangiare con una cottura in forno è inevitabile che qualche residuo di impasto o di grasso cada sui ripiani. Inoltre, gli odori del cibo si impregnano nelle pareti e nelle griglie e se non vengono eliminati subito diventano sgradevoli. Oltre la parte interiore, c’è anche il vetro, primo ricettacolo di unto, impronte e macchie di cibo.

Pulire il forno senza prodotti chimici è una buona regola, da mettere in atto quanto più spesso possibile. Oltre ad avere un costo non sempre irrisorio, i prodotti per la pulizia del forno sono sicuramente aggressivi, perché devono rimuovere incrostazioni ostinate, e di certo venire a contatto costantemente con quegli odori e quelle sostanze che si spandono nell’aria non fa bene alla salute.

Anche il forno più incrostato può essere pulito con l’aiuto di rimedi naturali semplici, come acqua, limone, aceto e bicarbonato. Vediamo come pulire il fono senza fatica!

Come pulire il forno incrostato (senza fatica)

Per eliminare lo sporco ostinato dalle superfici interne e dalle griglie il magico rimedio della nonna è il composto liquido di sale e bicarbonato. Questi due ingredienti hanno una potente azione sgrassante e igienizzante e non lasciano cattivi odore.

  1. Basterà mettere in un recipiente un litro di acqua, una tazza di sale e una di bicarbonato.
  2. Mescolate tutto insieme e con una spugna non abrasiva strofinate direttamente sullo sporco.
  3. Lasciate agire per circa mezz’ora e rimuovete con dell’acqua.
pulire il forno con il bicarbonato
pulire il forno con il bicarbonato

Come pulire il forno con aceto e limone

Se il forno emana dei cattivi odori e non volete usare candeggina o altri prodotti chimici, provate con l’aceto.

  1. Scaldate un litro di acqua e aggiungete un bicchiere di aceto. Nel frattempo, fate scaldate il forno a 160°C e quando l’acqua avrà raggiungo l’ebollizione spegnetelo.
  2. Versate l’acqua e aceto in una teglia e mettetela nel forno.
  3. Lasciate agire per circa un’ora e poi con un panno impregnato di acqua e limone passare su tutte le superfici.
  4. Infine, con quest’ultimo preparato al limone lucidate le pareti di vetro sia internamente che esternamente. Non solo eliminerete in modo efficace le macchie di grasso, ma le superfici torneranno a brillare come fossero nuove.

Anche il succo di limone puro e semplice, non allungato, è un ottimo agente anti-grasso: usatelo direttamente sulle macchie e strofinate con una spugnetta adatta, poi risciacquate con dell’acqua calda.

Come pulire il forno con il bicarbonato

Tra i vari metodi della nonna, poi, il bicarbonato è senza dubbio uno dei più usati.

  1. Quando avete finito di usare il forno e lo avete spento, sfruttate il suo calore residuo. Posizionate sulla griglia una pentola con dell’acqua giunta a ebollizione.
  2. Versate nell’acqua qualche cucchiaio di bicarbonato e poi chiudete il forno, lasciando agire per diverse ore (anche tutta la notte).
  3. Trascorse quelle 8-10 ore, con un panno immerso nell’acqua calda e qualche goccia di limone potrete strofinare le pareti del forno e accorgervi che il grasso viene via facilmente.

In alternativa, potete preparare una pasta con bicarbonato e succo di limone farlo agire sulle superfici per circa mezz’ora. Concludete le operazioni di pulizia rimuovendo il tutto con dell’acqua e limone.

Come pulire il vetro del forno

Anche in questo caso è di grande efficacia il limone, anche associato al bicarbonato: dopo averli miscelati insieme, versateli sul vetro e strofinate con una spugna.

Manutenzione ordinaria del forno

Se avete la – corretta – abitudine di ripulire il forno spesso, oppure di rimuovere il cibo che cola prima che si secchi, non avrete un forno incrostato.

  1. Per pulire un forno non particolarmente sporco basta che il forno sia tiepido: potete farlo dopo che avrete finito di cucinare, quando il forno si è ormai intiepidito, oppure potete accenderlo a bassa temperatura e poi staccare la spina prima che si raffreddi.
  2. A questo punto non vi resta che riempire d’acqua una piccola bacinella, versare al suo interno un bicchiere di aceto di vino e cominciare a strofinare le pareti del forno. In alternativa, potete diluire nell’acqua una tazzina colma di succo di limone.
  3. Fatto questo, potrete risciacquare con dell’acqua e una spugnetta morbida, asciugando poi con un panno pulito.

Spesa intelligente e fake news: scarica QUI la guida per difendersi ai tempi del coronavirus.

Scopri i consigli per una casetta di pan di zenzero perfetta

TAG:
consigli alimentari

ultimo aggiornamento: 28-04-2020


Dieta proteica: come funziona questo regime alimentare dimagrante

La lista della spesa della primavera: frutta e verdura di stagione