Freschi e croccanti, i cetrioli sono un ortaggio tipicamente estivo. Ma come si fa a togliere l’amaro del cetriolo? Ecco due metodi infallibili!

Il cetriolo è un ortaggio tipicamente estivo che, con il suo sapore fresco e la consistenza croccante, si presta alla preparazione non solo di insalate ma anche di salse e tramezzini. Però, se il cetriolo è amaro rovinerà in modo irreparabile la vostra ricetta: per questo esistono almeno un paio di metodi per togliere l’amaro del cetriolo.

La sostanza responsabile del gusto amaro è chiamata cucurbitacina e si trova anche nel melone e nella zucca. È presente in ogni parte della pianta, dalle radici al fusto passando per le foglie e talvolta può arrivare fino al cetriolo e renderlo amaro.

Cetrioli
Cetrioli

Togliere l’amaro del cetriolo per sfregamento

Il primo modo per togliere l’amaro del cetriolo viene utilizzato non solo dai cuochi indiani ma anche da molte massaie che ne hanno comprovato l’efficacia.

  1. Come prima cosa occorre lavare accuratamente l’ortaggio.
  2. Poi, con un taglio a circa due centimetri dalle estremità vanno rimosse le calotte.
  3. Sfregando queste ultime lungo le superfici di taglio con un movimento circolare antiorario noterete il formarsi di una schiuma bianca contenente cucurbitacina.
  4. Pur non essendo particolarmente bella da vedere, questa schiuma contiene tutti il sapore amaro pertanto andrà sciacquata via per bene in modo da rimuoverla.
  5. Il cetriolo è ora pronto per essere utilizzato nelle vostre preparazioni e se tutto è andato a buon fine non avrà più un sapore amaro!

Togliere l’amaro del cetriolo sbucciandolo

Il secondo metodo per togliere l’amaro del cetriolo consiste nel rimuovere la buccia. Solitamente infatti è subito sotto di essa che si concentra il sapore amaro dell’ortaggio. Non basta però rimuoverla in modo tradizionale.

  1. Dopo aver lavato il cetriolo, privatelo delle due estremità.
  2. Con un pelapatate rimuovete il primo strato di buccia, quindi sciacquate sia l’utensile che il cetriolo e procedete a rimuovere un altro strato. In questo modo il sapore amaro del cetriolo dovrebbe essere sparito.

L’ultima spiaggia consiste anche nella rimozione dei semi (anche se molti sostengono che non risieda lì l’amaro). Per farlo tagliatelo a metà per il lungo e rimuovete la parte centrale con uno scavino.

Una volta che il vostro cetriolo non sarà più amaro, utilizzatelo per preparare delle golose ricette come la salsa tzatziki.

Mai più dieta punitiva! Scarica QUI il ricettario light di Primo Chef.

Scopri i consigli per una casetta di pan di zenzero perfetta

TAG:
consigli alimentari

ultimo aggiornamento: 17-08-2020


Come sedurre… con il cibo?

Sete dopo la pizza? Ecco perché (e i rimedi)