Le controindicazioni della citronella e i possibili effetti collaterali

Tutte le controindicazioni della citronella per evitare effetti collaterali sia a livello terapeutico che cosmetico.

chiudi

Caricamento Player...

La citronella è una pianta che può essere utilizzata in svariati ambiti, come quello terapeutico o cosmetico. Inoltre, è l’ideale per contrastare le zanzare durante la stagione estiva. Tuttavia, come ogni rimedio naturale ha delle controindicazioni e dei possibili effetti collaterali da tenere ben presenti prima di essere utilizzata. I rischi che ne derivano possono essere svariati, soprattutto a livello topico. L’olio di citronella, inoltre, non può essere utilizzato senza cautela perché contiene una sostanza che può causare allergie e problemi respiratori. Vediamo nel dettaglio quali sono le controindicazioni della citronella e come adoperarla nel modo corretto.

Le controindicazioni della citronella: fare attenzione in caso di allergie e dermatiti ed evitare inalazioni prolungate.

Uno dei principali effetti collaterali della citronella si riscontra a livello della pelle. L’olio puro di citronella può causare delle gravi dermatiti o allergie dovute ad una sostanza in essa contenuto che si chiama citrale. Questa sostanza ha un piacevole odore agrumato che però, può dare delle spiacevoli reazioni allergiche. Inoltre, la citronella è sconsigliata in chi soffre di tachicardia o palpitazioni. Se si fanno delle inalazioni eccessive con olio di citronella si va ad aumentare il battito cardiaco e di conseguenza di hanno delle conseguenza negative sull’apparato cardiovascolare.

Se si utilizzano le foglie di citronella per preparare tisane o decotti bisogna porre particolare attenzione al modo in cui si utilizza. Lasciare in infusione per circa 5 o 7 minuti e dopo di che filtrare con cura le foglie. Questo procedimento è molto importante perché l’olio contenuto nelle foglie e nei filamenti può aggredire l’apparato digerente causando bruciore e irritabilità. Sono molti i medici che sconsigliano, infatti, l’uso della citronella durante la gravidanza e nei neonati perché non ne è ancora stata confermata la sua sicurezza.

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!