Come funziona la dieta Plank: menu e alimenti per perdere 5 kg

Come perdere 5 kg a settimana con la dieta Plank

Si fa un gran parlare della dieta Plank: da fare solo 1 volta all’anno perché molto proteica (e squilibrata), assicura di perdere 5 kg a settimana…

La dieta Plank è una di quelle diete che fanno più parlare di sé: questo perché la sua promessa è molto allettante per chi vuole perdere peso in modo veloce. Ideata dal fisico tedesco Marx Planck, non deve essere seguita più di una volta all’anno e deve essere portata a termine solo da persone che non hanno problemi di salute (e previo parere del proprio medico curante).

La dieta plank originale dura, infatti, 15 giorni in tutto, non di più e prevede l’assunzione di moltissime proteine animali: spazio quindi a carne, pesce, salumi e uova.

La dieta plank funziona?

L’alimentazione da seguire passo per passo nella prima settimana è perfettamente identica per la seconda settimana. Una volta terminata la dieta, chiaramente non si deve tornare ad abbuffarsi, ma si devono reintegrare gli zuccheri e i carboidrati, sempre prestando attenzione.

Alimenti proteici
Alimenti proteici

Il primo ingrediente a essere eliminato dalla dieta Plank è, come ci si può immaginare, lo zucchero. Anche i condimenti devono essere molto limitati, come per esempio l’olio, mentre sono da escludere quelli a base grassa o di zuccheri, come maionese, ketchup e altre salse.

Se possono perdere fino a 5 kg a settimana ed è ideale per chi vuole perdere del peso in vista di un evento importante (come un matrimonio) o in seguito a grandi abbuffate. Però, va seguita alla lettera e bisogna fare moltissima attenzione nel mantenimento: appena tornerete a mangiare normalmente rischiate di riprendere tutto il peso (talvolta con gli interessi)!

Le opinioni sulla dieta plank sono contrastanti, per questo è indispensabile essere seguiti da un professionista.

Dieta plank: menu

Al mattino si possono bere caffè nero senza zucchero oppure tè con succo di limone. Dal martedì in poi è concesso anche un piccolo panino (niente dolci o merendine).

Il pranzo e la cena sono sempre un’alternanza di proteine e di verdure. Il pane e la pasta sono sempre esclusi (tranne al mattino, quando il pane è concesso). Ecco alcuni esempi di pranzi e cene:

• bistecca con contorno di insalata
• uova con spinaci bolliti
• uova sode e pomodori in insalata
• prosciutto cotto e insalata mista
• uovo sodo, poco formaggio svizzero e carote
• yogurt scremato e un frutto
• pesce lesso e pomodori
• bistecca con lattuga e cicoria
• pesce al cartoccio con carote lesse
• prosciutto cotto e un’arancia
• petto di pollo grigliato
• uovo sodo con carote

Discorso diverso per la domenica: bistecca alla griglia e un frutto a pranzo. Mentre la domenica sera è consentito di mangiare tutto quello che si desidera, senza limitazioni.

ultimo aggiornamento: 01-12-2019