Il dragoncello, conosciuto anche come erba dragona o estragone, è una pianta aromatica dalla tante proprietà e che viene utilizzata in cucina per arricchire numerose ricette.

Dragone, serpentaria, tarfone: sono tanti i nomi con cui si conosce il dragoncello (Artemisia dracunculus), pianta perenne aromatica originaria dell’Asia centrale, e che si è diffusa in Occidente dopo il periodo delle Crociate. Questa pianta erbacea, dal sapore deciso e pungente, porta con sé numerose proprietà benefiche per il nostro organismo ed è ideale per condire tantissimi piatti differenti, grazie alla sua duttilità e al suo gusto spiccato e particolare.

Scopriamo tutto quello che c’è da sapere sul dragoncello!

Dragoncello: proprietà e benefici

Il dragoncello è un pianta dalle tante proprietà benefiche per il nostro corpo. In primo luogo, questa erba contiene tante proprietà antisettiche e digestive, ed è perfetta dunque come digestivo o per alleviare gonfiori. Inoltre, il dragoncello è una spezia che contiene anche numerose vitamine A e C, e ha anche una forte funzione antinfiammatoria. È quindi utile per alleviare un forte mal di gola o dolori ai denti e alla bocca e il dragoncello è una pianta adatta anche a chi soffre di insonnia.

Grazie al suo gusto deciso può anche essere utilizzato per insaporire piatti e ricette ed è consigliato a chi deve seguire una dieta senza sale.

10 ricette per tenersi in forma

Dragoncello
FONTE FOTO: https://it.pinterest.com/pin/473652085796621431/

Drangocello: ricette e usi in cucina

Il dragoncello in cucina è utilizzato sopratutto per insaporire e aromatizzare numerose salse e condimenti, come ad esempio la bernese, la senape, la salsa tartara e la maionese, e ovviamente è l’ingrediente principale della salsa al dragoncello, una ricetta che abbina questo ingrediente ad aglio, olio extravergine di oliva e mollica di pane.

Questa pianta può essere anche usata per guarnire tanti piatti differenti: si passa dalla carne al pesce, fino ad arrivare alle zuppe e ai primi piatti. Il suo sapore, infatti, è molto deciso, fresco e amaro al tempo stesso, e arriva anche a toccare alcune note piccanti. Per questo può essere utilizzato anche come sostituto del sale, diventando un ingrediente molto utile e consigliato a tutti coloro che devono seguire una dieta iposodica o che vogliono fare a meno del sale, ma senza rinunciare al gusto!

E se volete scoprire altri deliziosi piatti con questo ingrediente, che ne dite di provare i nostri gnocchi in salsa di dragoncello? Vi stupiranno!

FONTE FOTO: https://it.pinterest.com/pin/473652085796621431/

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 26-11-2017


Alla scoperta del rooibos: tutti i benefici e le proprietà del tè rosso

Non solo espresso: come utilizzare il caffè in cucina per secondi piatti sfiziosi