Prendersi cura dei propri denti non è per nulla difficile

In effetti, è possibile farlo persino mangiando! Secondo l’American Dental Association (ADA), schemi alimentari sani e scelte di cibi appropriati possono aiutare a prevenire la carie.  

Al contrario, se si opta per pasti dannosi questi ultimi possono avere un impatto negativo non solo sui denti stesi ma anche sull’intera cavità orale. L’importante è comunque lavarsi i denti con il giusto spazzolino elettrico in modo da tenere i denti sani e puliti. In riferimento a quanto si qui premesso, vediamo come ottimizzare la cura dentale anche in tavola. 

Cibo sano
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/apple-morso-dieta-mangiare-viso-15687/

In che modo il cibo influisce sui denti? 

Mangiare cereali integrali e a basso contenuto di zucchero o frutta e verdura e proteine ​​di qualità significa optare per gli alimenti migliori per una bocca sana. Frutta e verdura sono infatti particolarmente utili poiché masticare cibi grossolani, acquosi e fibrosi aiuta a produrre saliva, rimuovendo le particelle di cibo rimanenti.  

Detto ciò, va altresì aggiunto che secondo esperti odontoiatrici di caratura mondiale, molti cibi sani aiutano i denti a rimanere forti e nel contempo fanno in modo che nella bocca non si accumulino batteri e acidi sui denti stessi.  

Anche se non è possibile mangiare tutto a causa di allergie o sensibilità, ci sono tuttavia ancora molte altre opzioni alimentari su cui fare affidamento come ad esempio carote, sedano e verdure a foglia verde. Inoltre particolarmente indicate per la salvaguardia dei denti e dell’igiene del cavo orale ci sono anche mele, tè neri e verdi, proteine ​​magre e noccioline e soprattutto il latte e i suoi derivati (yogurt e formaggi). 

Perché i latticini fanno bene ai denti 

A riguardo dei latticini in primis va detto che quelli come formaggio, yogurt e latte incoraggiano il corpo a produrre più saliva, proteggendo i denti. In secondo luogo, il formaggio e lo yogurt sono ricchi di calcio e proteine, che aiutano a rafforzare i denti. Inoltre, lo yogurt contiene probiotici o batteri benefici per il sistema digestivo.  

L’importante è tuttavia scegliere yogurt non zuccherato aggiungendo eventualmente qualche dolcificante o del miele. Supponendo di essere sensibili o allergici ai latticini, in tal caso è sempre possibile trovare del latte di noci fortificato con calcio e proteine ​​come ad esempio quello di mandorlesoia o di anacardi

Curare i denti con le verdure a foglia 

Le verdure dovrebbero essere una star indiscussa in tavola poiché hanno molti benefici per la salute senza essere pesanti o ad alto contenuto calorico. Le verdure forniscono tra l’altro vitamine e minerali che aiutano a produrre saliva per pulire la bocca e a mantenere lo smalto sano. Quelle a foglia verde come cavoli, spinaci e sono inoltre piene di vitamine e minerali pur essendo a basso contenuto di calorie.  Le verdure a foglia sono anche particolarmente ricche di calcio, acido folico e vitamine del gruppo B, che aiutano la salute dei denti come nessun altro prodotto naturale.   

Perché mele, carote e sedano aiutano i denti? 

Invece di mangiare una barretta di cioccolato o optare per un dessert, se si ha un debole per i dolci, non c’è niente di meglio che orientarsi su una mela.  

Questo frutto infatti fornisce idratazione e fibra al t corpo. Inoltre sostituendo i dolcetti zuccherini con le mele, si promuove una buona produzione di saliva con una conseguente pulizia dei denti.  Il sedano invece aiuta a pulire i denti perché la sua consistenza può raschiare via i batteri e le particelle di cibo che si accumulano tra i loro interstizi.  

Anche le carote (alla pari del sedano), sono un’ottima fonte di fibre, vitamina C e vitamina A. Aggiungerle quindi crude a un’insalata o godersele lessate e con una spruzzata di limone come spuntino è sicuramente un’ottima scelta per soddisfare il proprio palato e nel contempo garantire igiene a bocca e denti. 

Aggiungere a tavola tè, noci e proteine ​​magre 

I tè neri e verdi non zuccherati forniscono ingredienti naturali e a dir poco unici per combattere la placca. Le proteine ​​magre come carne, pesce, pollame e tofu contengono invece fosforo ​​e aiutano a mantenere i denti sani. Le mandorle tra le noci rappresentano delle ottime fonti di calcio e proteine ​​e sono a basso contenuto di zucchero 

I medici dentisti raccomandano inoltre di limitare gli spuntini tra i pasti; infatti in genere sono quelli più nocivi per i denti come ad esempio gli snack ricchi di zuccheri. Il consumo frequente di questi alimenti aumenta la quantità di tempo in cui si espongono i denti agli effetti nocivi della sostanza dolce, mentre diminuisce la capacità della saliva di neutralizzare gli acidi dannosi che si accumulano sui denti. I batteri del resto usano lo zucchero come linfa vitale convertendolo in un acido altamente corrosivo e quindi in grado di ottimizzare la loro forza d’urto per perforare un dente.  

Ciò significa che quegli alimenti continueranno a danneggiare i denti per molto tempo dopo che si avrà finito di mangiarli. A tale proposito, quando si decide di fare uno spuntino, convien optare per alcuni degli alimenti menzionati come mandorle, formaggio, frutta e verdura. 

L’importanza di scegliere le bevande giuste per i denti 

Sorseggiare continuamente delle bevande zuccherate o con un alto grado di acidità rispettivamente come succhi e vino, tendenzialmente alimenta i batteri in bocca che infatti si nutrono di tali sostanze depositate sui denti, lasciando acidi dannosi dietro di loro.  

Questo è il motivo per cui gli esperti consigliano di bere a tavola soltanto acqua e di limitare al minimo la quantità di bevande contenenti zuccheri e acidi. Se hai i denti macchiati e di colore giallastro, scopri di più sui kit sbiancanti in modo da ottenere di nuovo il tuo bianco. 

Altri cibi ideali per la salute dei denti 

Il fluoro svolge un ruolo fondamentale nella costruzione di ossa e denti forti, aiutando a prevenire la carie. Questo è il motivo per cui oltre ad usare un dentifricio che lo contiene, vale la pena assumere cibi anch’essi ricchi di tale sostanza e facilmente reperibili. Nello specifico si tratta dei frutti di mare che sono pieni di fluoruro e di sodio naturale.  

A margine va altresì aggiunto che persino carote, barbabietole, carne di maiale e fagioli in scatola, nonché prodotti a base di pomodoro e formaggi contengono tutti un piccolo ma sufficiente quantitativo di fluoro ideale per soddisfare il fabbisogno giornaliero dei denti. 

Mangiare cibi poco duri 

Far durare a lungo denti e gengive ed evitare che entrambi possano subire dei traumi, è un’altra accortezza che se rispettata mentre si è a tavola serve a renderli effettivamente longevi.  I cibi troppo duri o cattive abitudini ad esse legate, come ad esempio rompere una noce o tentare di aprire con i denti una bottiglia di birra, sono assolutamente da evitare; infatti, non solo c’è il rischio di farli spezzare o di causare danni ai tessuti molli circostanti (gengive) ma si corre anche il rischio di scheggiarli irrimediabilmente.  

A margine è importante sottolineare che ad una dieta equilibrata che comprende tutti i tipi di cibi elencati in questa guida, si possono aggiungere anche degli integratori naturali contenenti le stesse sostanze come ad esempio la vitamina D nota proprio per rafforzare ossa e denti e senza contare che è un ottimo supporto per il sistema immunitario.  

Prodotti con questo e tanti altri eccipienti è possibile tra l’altro trovarli non solo nelle farmacie tradizionali o nelle parafarmacie, ma anche sui migliori store online preposti alla vendita e che vantano una buona reputazione sul web. 


Come ottenere rimborso con volo in ritardo Ryanair nel 2021 con ItaliaRimborso