La tavola delle feste merita di essere apparecchiata con tutte le attenzioni. Ecco i nostri consigli per la mise en place di Natale.

La tavola è parte integrante del banchetto natalizio e come tale merita che le vengano dedicate le giuste attenzioni. Realizzare una perfetta mise en place di Natale non è poi così difficile e basta applicare, anche in questo caso, le regole del Galateo. Come per magia, posate, piatti e bicchieri troveranno la loro posizione e il tovagliolo messo sulla sinistra sarà la conferma di tutto quanto avete appreso leggendo questo articolo su come preparare la tavola di Natale.

10 ricette per tenersi in forma

Mise en place Natale
Mise en place Natale

Mise en place: come preparare la tavola di Natale

Di idee per Natale se ne trovano moltissime, sia nei negozi che online, ma il passo tra una tavola perfetta ed elegante e un fallimento è molto sottile. Il rischio di esagerare con le decorazioni è sempre dietro l’angolo e ciò che vi dovete domandare prima di considerare la vostra opera magna terminata dovrebbe essere: è pratico, ossia è rimasto spazio per mangiare e i commensali riescono a vedersi uno con l’altro? Già questo dovrebbe essere un buon metro di valutazione.

Ma andiamo con ordine e vediamo le regole da seguire per la mise en place. Cominciamo dalla tovaglia: oggi sono in molti a non utilizzarla, preferendole un runner centrale. Di fatto però dipende sempre dallo stile della vostra casa: un tavolo in cristallo magari potrebbe richiedere dei sottopiatti, così come un tavolo in legno non proprio in ottima salute andrebbe tenuto coperto.

La tovaglia comunque non è mai una brutta scelta. Sceglietela tinta unita se avete piatti molto colorati oppure scegliete qualcosa di decorato da abbinare a piatti tinta unita. Per una piega perfetta, stiratele direttamente sul tavolo mettendo però sotto il cosiddetto mollettone.

Per una mise en place classica per Natale che però non risulti troppo complicata per i vostri ospiti, evitate di apparecchiare subito tutte le posate. È vero che il galateo stabilisce con esattezza posizione e utilizzo, ma non è detto che tutti conoscano queste regole. In linea di principio però è ormai noto che vanno disposte più esternamente quelle che si utilizzano per prime: forchette a sinistra, coltello a destra vicino al piatto con la lama rivolta verso l’interno e poi eventualmente il cucchiaio.

Se avete le posate da pesce, mettetele in tavola insieme alle altre (oppure distribuitele al momento giusto aiutandovi con un tovagliolo pulito). Viceversa, sostituitele con delle normali posate. Lo stesso discorso vale per la posateria da dessert. Questa va messa sopra il piatto: cucchiaio e coltello con la punta verso sinistra, forchetta con la punta verso destra.

E il tovagliolo? Come recita anche il titolo di un libro, va a sinistra. Ovviamente conoscere le regole dà anche la possibilità di infrangerle quindi volendo potete posizionarlo sopra il piatto. Da evitare sarebbero costruzioni 3D con i tovaglioli che comunque hanno sempre il loro fascino, soprattutto tra i più piccoli.

I bicchieri sono un’altra componente fondamentale della vostra mise en place natalizia. Solitamente oltre a quello dell’acqua e del vino è richiesto quello per le bollicine. I tre vanno disposti sopra la punta dei coltelli tenendo quello dell’acqua più vicino e poi via via gli altri due disposti in leggera diagonale.

Il piattino per il pane va a sinistra, sopra la punta delle forchette e può essere anche di fattura diversa rispetto agli altri piatti. Chiaramente non è obbligatorio, ma se cercate delle idee per una tavola molto speciale e raffinata allora non omettetelo: farete sentire i vostri ospiti dei veri re!

Stile per la tavola: largo alla fantasia

Potete poi personalizzare gli stili della mise en place con decorazioni e centrotavola. Come accennato all’inizio, l’importante è non esagerare. I centrotavola non devono mai essere invadenti: sceglieteli di dimensioni proporzionate al tavolo, mai troppo alti per evitare che ostacolino la vista dei commensali e mai troppo profumati. Le candele sono perfette per scaldare l’atmosfera ma evitate tutte le profumazioni che potrebbero interferire con le pietanze.

Ci sono davvero tante idee per Natale e non vi resta che scegliere lo stile che più si addice alla vostra persona: la tavola dirà molto di chi siete.

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 06-12-2021


Modelli di cantinetta vino: ecco le varie tipologie e quale scegliere quella più adatta al proprio caso

Bonton natalizio: le regole per sopravvivere a pranzi e cene di Natale