Ingredienti:
• 50 g di farina
• 1 uovo
• 100 ml di dashi (o acqua)
• 4 foglie di verza
• 1 cipollotto
• 1 carota
• 50 g di gamberetti in salamoia
• maionese q.b.
• salsa per okonomyaki q.b.
• katsobushi q.b.
difficoltà: facile
persone: 2
preparazione: 15 min
cottura: 10 min

Se cercate delle ricette facili e veloci che vengono da lontano vale la pena provare l’okonomyaki, i pancake giapponesi con verdure.

La cucina giapponese non è solo sushi e gli amanti del paese del sol levante lo sanno bene. Tra le ricette sfiziose che questa terra ci regala ce n’è una che dovreste assolutamente provare: l’okonomyaki. Letteralmente significa okonomi ossia ciò che vuoi, yaki alla griglia ed è una sorta di pancake alla giapponese composto da svariati ingredienti.

Di base non possono mancare uova, farina e cavolo cappuccio a cui vengono aggiunti di volta in volta carne, pesce o altre verdure. Conosciuto anche come pizza di Osaka, l’okonomyaki si prepara su piastre roventi di ghisa note come teppan talvolta poste direttamente sul tavolo dei commensali. Il tutto viene poi servito con la famosa maionese giapponese, la salsa okonomyaki e il famoso katsobushi, le scaglie di tonno essiccate. Ora che sapete cos’è l’okonomiyaki non siete anche voi curiosi di prepararlo?

Ricette di Primavera: 9 piatti per la tua tavola

okonomiyaki
okonomiyaki

Come preparare l’okonomiyaki con la ricetta originale

  1. Rompete in una ciotola l’uovo, unite la farina e amalgamate bene. Aggiungete poi il dashi, oppure della semplice acqua e mescolate bene fino a ottenere una pastella.
  2. Affettate il cavolo verza e il cipollotto, pelate la carota e tagliatela a julienne, quindi unite le verdure alla pastella insieme ai gamberetti.
  3. Mescolate bene e versate il tutto in una padella ben oliata di 20 cm di diametro. Lasciate cuocere per 5 minuti con il coperchio quindi girate e proseguite la cottura anche dall’altro lato per 5 minuti.
  4. Nel frattempo, in un altra
  5. Trasferite l’okonomyaki su un piatto e completate con la maionese, la salsa per okonomyaki e i fiocchetti di katsobushi.

Il particolare accostamento di sapori regala un piatto agrodolce davvero delizioso, perfetto se cercate delle ricette sfiziose etniche da provare a casa vostra. A tal proposito, provate anche i dorayaki, i pancake giapponesi con marmellata di fagioli rossi.

Conservazione

Vi consigliamo di consumare l’okonomyaki appena fatto. Se però vi dovesse avanzare potete riporlo in frigorifero per un paio di giorni e consumarlo riscaldato in padella o nel microonde.

0/5 (0 Reviews)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 26-01-2022


La bublanina è un dolce cecoslovacco con le ciliegie davvero strepitoso

Scopriamo come preparare il brandacujun con la ricetta ligure