Il pane fatto in casa conviene? Vediamo di capirlo insieme

Preparare il pane fatto in casa conviene?

Non è solo una moda, il pane fatto in casa sta prendendo sempre più piede ma ciò che viene da chiedersi è: conviene? Vediamo di dare risposta a questo interrogativo.

Il pane è uno di quei prodotti che non manca mai sulle tavole degli italiani. Il profumo di una pagnotta appena sfornata, poi, è qualcosa di davvero irresistibile ed è per questo che è in costante aumento il numero di persone che decide di preparare il pane fatto in casa.

Per questo motivo Qualescegliere ha condotto una ricerca per tentare di definire in che modo preparare il pane fatto in casa può incidere sul bilancio economico famigliare. Già, perché contrariamente a quanto si possa pensare, il pane fatto in casa non è un lusso, ma un’abitudine che permette di sperimentare sempre nuove combinazioni e, perché no, anche di risparmiare.

Pane in cassetta integrale
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/pane-fatto-in-casa-delizioso-cotto-4017877/

Quanto pane mangiamo in media ogni anno?

Secondo un’indagine condotta dall’Associazione Industriali Mugnai, la richiesta di farina per panificazione è in calo negli ultimi anni. Di contro però è aumenta la richiesta di farine speciali per la preparazione domestica del pane.

Si è calcolato inoltre che in media una famiglia italiana di quattro persone consuma 3 kg di pane alla settimana, circa 60 kg pro capite l’anno.

Pane fatto in casa vs. pane acquistato: conviene?

In molti si sono posti questa domanda e nel tentativo di dargli risposta sono stati fatti alcuni calcoli. Tendo in considerazione il fatto che il prezzo del pane varia, anche in modo significativo, da nord a sud e da città a città, è possibile affermare, seppur generalizzando, che sì, fare il pane in casa conviene.

Il prezzo varia anche in base alla tipologia di pane chiaramente. Si va dai circa 3€/kg per il pane bianco sfuso, ai 9-11€ al kg per il pane senza glutine. In totale quindi si avrà una spesa:

  • tra 313 € e 546 € all’anno per il pane bianco;
  • tra 390 € e 624 € all’anno per il pane integrale;
  • tra 1404 € e 1716 € all’anno per il pane senza glutine;
  • in media 390 € all’anno per il pane in cassetta.

Ora, calcolando che per agevolare la preparazione casalinga si acquista una macchina del pane il cui costo si aggira intorno ai 150 euro, il risparmio annuale che si ottiene con il pane fatto in casa è di:

  • 384 € per il pane bianco
  • 435,48 € per il pane integrale
  • 735 € per il pane senza glutine
  • 267 € per il pane in cassetta.

Emerge quindi che, soprattutto per il pane senza glutine, si ha un risparmio di oltre il 50%. Tale risparmio tende a diminuire nel caso delle altre tipologie di pane e subisce variazioni significative anche in base al luogo in cui si vive, rendendo sempre e comunque conveniente l’autoproduzione.

Provate a preparare il pan cassetta fatto in casa con la farina integrale!

Fonte foto in copertina: https://pixabay.com/it/photos/pane-pane-del-contadino-croccante-1281053/

ultimo aggiornamento: 15-02-2020