Che cos'è la portulaca: proprietà, ricette e usi in cucina

La portulaca non è solo una pianta infestante: provatela nelle vostre ricette

La portulaca è una pianta dalle mille proprietà che cresce spontanea in orti e giardini. Ecco come utilizzarla nelle vostre ricette.

Chi ha un orto o un giardino sa bene quanto possa essere infestante la portulaca, quell’erba strisciante dal fusto carnoso e dalle foglioline verdi difficile da estirpare. Tuttavia, non tutti sanno che può essere utilizzata con successo in cucina, preparando ricette con la portulaca davvero deliziose. Scopriamone le proprietà e gli usi in cucina!

Cos’è la portulaca e le sue proprietà

La portulaca, nome scientifico portulaca oleracea, è un’erba spontanea infestante ma commestibile. Cresce a filo del terreno, prediligendo un ambiente soleggiato, umido e ben drenato.

Portulaca
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/portulaca-oleracea-855543/

Utilizzata fin dai tempi antichi per la preparazione di tisane e decotti, è stata riscoperta recentemente per via delle sue proprietà. Difatti è l’alimento vegetale in grado di fornire il più elevato apporto di Omega 3, ma anche acido linoleico. Aiuta inoltre a combattere il colesterolo cattivo ed è un antinfiammatorio naturale.

Consumata cruda è perfetta per combattere lo scorbuto, grazie all’elevata concentrazione di vitamina C, in particolare se consumata cruda e condita solo con una spruzzata di limone.

Attenzione però a non confondere la portulaca commestibile con la portulaca ornamentale! Quest’ultima ha fusti filiformi e foglie piccole, sottili e verde scuro, mentre la prima ha un aspetto piatto carnoso, sia per quanto riguarda il fusto che le foglie.

Ricette con la portulaca

Il sapore delle foglie ricorda quello amarognolo della rucola. Tuttavia, se il sapore dovesse essere troppo amaro, significa che la pianta è stata annaffiata troppo poco oppure che avete scelto foglie troppo vecchie.

Per godere appieno delle proprietà della portulaca sarebbe opportuno consumarla cruda. Provatela semplicemente tritata insieme all’insalata, oppure aggiungetela alle bruschette. Unita a centrifugati e frullati apporterà elevate dosi di vitamina C.

La portulaca cotta può essere servita come contorno, oppure aggiunta alle uova per dare vita a una deliziosa frittata.

Se amate le erbe spontanee e il loro utilizzo in cucina, provate la torta salata al tarassaco.

Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/portulaca-oleracea-855543/

ultimo aggiornamento: 16-02-2020