Arriva dalla scienza la risposta a un grande quesito: ecco perché gli spinaci legano i denti, lasciandoci una strana sensazione in bocca.

La sensazione di dente ruvido o lanuginoso è comune a molte persone e si verifica dopo l’assunzione di determinati cibi. Tra questi, in primis, ci sono gli spinaci. Ma perché gli spinaci legano i denti? Se siete tra coloro che sentono strani fastidi nel cavo orale dopo averli mangiati, rasserenatevi: non siete un caso particolare. Sebbene i denti ruvidi con gli spinaci siano il fenomeno più diffuso, in realtà ci sono molti altri cibi che come questo creano fastidio. Ricordiamo ad esempio le fragole, il vino, il cioccolato fondente, barbabietole, rabarbaro, noci, tè, crusca di frumento e molti fagioli secchi. Il motivo è l’elevato contenuto di acido ossalico: vediamo di capire meglio cosa succede a livello chimico!

Denti ruvidi e spinaci: cosa dice la scienza?

Se vi siete sempre chiesti perché gli spinaci legano i denti, sappiate che gli scienziati sono arrivati a una risposta alquanto esauriente. Hanno infatti evidenziato che gli spinaci contengono elevate quantità di acido ossalico. Questa sostanza, in natura, è presente in molte piante e costituisce probabilmente un’arma di difesa contro gli insetti.

10 ricette DETOX per rimetterti in forma

Spinaci
Spinaci

Mangiando gli spinaci, l’acido ossalico si lega con il calcio dei denti formando dei cristalli noti come ossalati di calcio. Non essendo idrosolubili, possono lasciare una sensazione di fastidio ai denti dopo aver mangiato gli spinaci ma anche essere causa di calcoli renali nelle persone più soggette.

Come eliminare questo fastidio?

Per ovviare a questo problema, ma anche per evitare perdita di calcio dai denti, è possibile mettere in atto alcune strategie. Innanzitutto, il modo migliore per limitare il fastidio ai denti con gli spinaci e sbollentarli o comunque cuocerli in padella prima di consumarli. In questo modo perdono parte dell’acido ossalico in essi contenuto.

Se invece amate gli spinaci crudi, la soluzione è condirli con una spruzzata di succo di limone fresco che, tra l’altro, aumenta la biodisponibilità di vitamina C. A tal proposito, ricordiamo anche che per il consumo a crudo si consiglia di utilizzare spinaci novelli, i primi a nascere i Primavera che per loro natura hanno concentrazioni inferiori di acido ossalico.

Un’altra strategia per limitare il fastidio ai denti dopo aver mangiato gli spinaci consiste nel sciacquare la bocca con acqua quindi lavare il prima possibile i denti, magari strofinando direttamente il dentifricio con il dito sui denti. Questo dovrebbe prevenire la disintegrazione dello smalto.

Chiaramente le informazioni riportate sono a puro scopo informativo e il modo migliore di prendersi cura dei propri denti è rivolgersi a un esperto. Noi per ora non possiamo che consigliarvi qualcosa da cucinare per cena, magari a scelta tra i nostri primi piatti veloci.


Dieta mediterranea: il segreto per uno stile di vita sano

Quanto costa una pizza da Gino Sorbillo? La risposta vi sorprenderà