Ingredienti:
• 500 g di patate bianche
• 2 carote
• 1 cipolla
• 1 manciata di capperi dissalati
• qualche foglia di basilico
• sale fino q.b.
• erba cipollina q.b.
• 1 limone biologico (scorza)
difficoltà: facile
persone: 6
preparazione: 25 min
cottura: 40 min

Vediamo come preparare un appetitoso polpettone di patate da condire con salsine, citronette o vinaigrette.

Il polpettone di patate è un piatto che più versatile proprio non si può: lo potremmo quasi definire un jolly perché può essere servito come antipasto, come secondo piatto o addirittura andare a sostituire un veloce pranzo. In più, è molto gustoso anche freddo. Prepararlo bene è così semplice che lo possono fare anche coloro che non sono particolarmente portati per la cucina. La ricetta è anche vegetariana, quindi adatta anche a chi non mangia carne.

Il vero tocco creativo lo danno poi i condimenti, che vanno da salse vinaigrette (o citronette), a ketchup, maionese e tutto quello che la fantasia vi ispira, per non parlare dei contorni da abbinare: dai carciofini sottolio ai cetrioli, finendo alle verdure grigliate.

Polpettone di patate
Polpettone di patate

Preparazione del polpettone di patate al forno

  1. Per prima cosa, fate lessare grossolanamente carote e patate in acqua salata e bollente: tagliatele a pezzettoni, fatele cuocere per 20 minuti e poi riducetele in purea.
  2. Versate il tutto in una terrina e mescolate con una forchetta, aggiungendo i capperi tagliuzzati, le foglie di basilico sminuzzate (o di prezzemolo, se preferite) poco sale e la scorza del limone, che ovviamente deve essere biologico e non trattato.
  3. Tagliate la cipolla a pezzettini e metà unitela al composto di patate. L’altra metà, fatela saltare in padella con un filo d’olio e preparate un soffritto; per il momento tenetelo da parte.
  4. Formate un mega salsicciotto con il composto a base di patate e chiudetelo a mo’ di caramella con della carta stagnola. Fate riposare in frigo per almeno 30 minuti in modo che riposi e si solidifichi per bene.
  5. Trascorso il tempo di riposo, una volta eliminata la carta stagnola, rivestite una teglia con della carta oleata, un filo d’olio e poi adagiatevi sopra il salame. Prima di infornare, completate aggiungendo il soffritto di cipolla sulla sua superficie.
  6. A questo punto, infilate il polpettone di patate in forno caldo a 180 °C per 20 minuti circa.
  7. Se notate che la superficie inizia a bruciare, coprite la teglia con un foglio di carta stagnola. Una volta cotto, lasciate intiepidire il rotolo di patate e servite tiepido. Potete condirlo con salse di vario tipo e accompagnarlo a verdure cotte o crude.
  8. Completate l’impiattamento con un po’ di erba cipollina e del peperoncino fresco a fettine. Buon appetito!

Consigli e conservazione del polpettone

L’unica vera raccomandazione che vogliamo darvi riguarda la scelta della patate: siccome sono le protagoniste del piatto, devono essere di prima qualità. Quelle a pasta bianca, farinose e ricche di amido sono da preferirsi, ad esempio, a quelle rosse.

Vi consigliamo di tenerlo in frigo, all’interno di un contenitore ermetico, per circa 4 giorni.

Per un twist goloso, aggiungete del prosciutto e del formaggio filante (la mozzarella è perfetta) all’interno del rotolo: sentirete che bontà.

Volete una gustosa variante? Ecco 10 ricette di polpettone tutte da provare!

0/5 (0 Reviews)

Il ricettario d’autunno per piatti gustosi e profumati


Carne pasticciata pesarese: un piatto tipico buonissimo!

Polpettone in crosta: carne macinata in un guscio di sfoglia