Culurgiones di patate: la ricetta della pasta tipica sarda

Ingredienti:
• 1 kg di patate
• 150 g di pecorino sardo
• 10 foglie di menta
• olio extravergine di oliva q.b.
• sale q.b.
• pepe q.b.
• 250 g di acqua
• 200 g di semolato rimacinato
• 300 g di farina 00
difficoltà: media
persone: 4
preparazione: 60 min
cottura: 30 min
kcal porzione: 165

Scopriamo insieme la ricetta dei culurgiones sardi, dei ravioli tipici della tradizione di Ogliastra: ripieni di patate, pecorino e menta sono davvero deliziosi e perfetti per ogni occasione.

Oggi andiamo alla scoperta di un fantastico piatto sardo, i culurgiones di patate, una pasta tipica della zona di Ogliastra, che si prepara con farina e semola rimacinata, per poi andare a formare dei ravioli farciti con un ripieno composto da patate, pecorino sardo e menta. Caratteristica peculiare di questa ricetta tradizionale è la forma dei ravioli, che somiglia ad una spiga di grano.

Se volete preparare un primo piatto davvero sfizioso e stupire tutti i vostri ospiti a cena, allora che cosa state aspettando? Con questa ricetta il risultato è assicurato!

Andiamo a vedere come realizzare questi meravigliosi ravioli sardi: la ricetta e tutti i consigli!

culurgiones
culurgiones

Preparazione dei culurgiones ogliastrini

  1. Cominciamo dal ripieno: lessate le vostre patate in acqua bollente finché non risulteranno morbide. Sbucciatele e in una ciotola schiacciatele con una forchetta o con uno schiacciapatate. Non appena avrete ottenuto una sorta di purea, lasciate raffreddare in frigo per 10 minuti.
  2. Una volta che saranno fredde, aggiungete alle patate il pecorino sardo grattugiato, il sale, il pepe e le foglie di menta tritate finemente. Amalgamate tutti gli ingredienti con un filo di olio extravergine di oliva e lasciate il composto riposare.
  3. Passiamo alla pasta. In una ciotola mischiate la semola rimacinata con la farina 00, poi unite l’acqua e l’olio versato a filo e cominciate ad impastare il tutto. Quando il composto sarà già piuttosto omogeneo, stendete un velo di farina sul vostro piano di lavoro e impastate energicamente per altri 5 minuti. Fate riposare la pasta avvolta da un foglio di pellicola trasparente per almeno una mezzora.
  4. Passati 30 minuti, stendete la pasta con un’apposita macchina e ricavate dei dischetti con un coppapasta. A questo punto, riempite i dischetti con un cucchiaio di ripieno e cercate di dare ai vostri ravioli la forma tipica simile ad una spiga di grano, prendendo la pasta alle estremità e pinzandola per sigillarla bene alla base. Cercate di ripetere l’operazione fino alla fine, portando le estremità della pasta da un lato e poi dall’altro.
  5. Una volta pronti, cuoceteli in acqua bollente salata per circa 5 minuti.

Culurgiones: il condimento dei ravioli

Vediamo ora qualche idea per servire al meglio questo piatto! Ecco i condimenti più buoni.

Culurgiones al pomodoro
Culurgiones al pomodoro

Al pomodoro. Solitamente questi ravioloni vengono serviti con un sugo di pomodoro, che rinfresca il palato e sgrassa la bocca. Per prepararlo vi consigliamo i seguenti ingredienti: 500 g di pomodori, che dovrete sbollentare velocemente e privare della pelle, 1 spicchio d’aglio, olio extravergine di oliva, basilico, sale e pepe.

Cuocete il sugo per almeno una quindicina di minuti, finché i pomodori non saranno praticamente sciolti, e terminate il piatto con una grattugiata di formaggio.

Burro e salvia. Semplice e d’effetto, Fate scaldare il burro con la salvia in padella e aggiungete sale e pepe. Quando il burro sarà sciolto e avrà assunto una tonalità gialla, saltate i ravioli con un po’ di acqua di cottura. Mantecate con abbondante formaggio.

E poi? E poi, come vi diciamo sempre, non c’è limite alla fantasia! Pesto, sugo di pesce, carciofi, zucca, verdure di stagione, pomodorini freschi… questi ravioli staranno bene con tutto, dunque sperimentate!

Provate anche questi fantastici ravioli di pesce!

Aggiungi al ricettario

ultimo aggiornamento: 21-06-2019

X