Le tartellette al rabarbaro con i loro contrasti tra acido, dolce e burroso sono un dessert elegante adatto in ogni festa.

Con le quantità segnalate per le tartellette al rabarbaro potrebbero uscirvi anche 5 o 6 crostatine. Se invece volete tenere da parte gli avanzi, con la crema di rabarbaro, che dura fino a due settimane in frigo, potete guarnire gelati o yogurt. Con l’eventuale pasta frolla avanzata invece potete fare dei biscotti. Cuoceranno in circa 10 minuti, sempre a 180°C. Conservatela in frigo avvolta nella pellicola per massimo 3 giorni.

DIFFICOLTÀ: 3

COTTURA: 35′

TEMPO DI PREPARAZIONE: 40 + raffreddamento

INGREDIENTI TARTELLETTE AL RABARBARO CON PISTACCHI E FRUTTI DI BOSCO per 4 persone

Per il ripieno al rabarbaro

  • 200 g di rabarbaro tagliato a pezzetti di circa 1 cm
  • 100 di zucchero
  • 60 ml di acqua
  • 1 cucchiaio di succo di limone
  • 1/ cucchiaio di pectina

Per la pasta frolla

  • 245 g di farina bianca 00
  • 200 g di burro a temperatura ambiente
  • 115 g di zucchero
  • 100 g di pistacchi (o mandorle o altre noci)
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • 1/2 cucchiaino di estratto di mandorla (facoltativo)
  • un pizzico di sale

Per la guarnizione

  • frutti di bosco freschi a piacere
  • pistacchi (o mandorle o altre noci)
  • qualche fogliolina di menta
  • panna fresca da montare

10 ricette per tenersi in forma

tartellette al rabarbaro

PREPARAZIONE TARTELLETTE AL RABARBARO CON PISTACCHI E FRUTTI DI BOSCO

Preparate innanzitutto la farcitura al rabarbaro. In una casseruola di terracotta o di acciaio inossidabile (affinché non faccia reazione con l’acido, modificando il sapore) aggiungete tutti gli ingredienti. Mettete sul fuoco e portate a ebollizione, mescolando con un cucchiaio di legno.

Il rabarbaro deve disfarsi e ridursi a un composto. Ci vorranno meno di 10 minuti. Togliete dal fuoco e lasciate intiepidire, quindi frullate. Versate il composto in una ciotola e lasciate raffreddare in frigo.

Mentre si raffredda, preparate la crostata. Nel mixer impastate il burro a pezzi, lo zucchero, la vaniglia e l’estratto di mandorle, fino a ottenere un composto omogeneo. Aggiungete la farina, il sale e i pistacchi spezzettati e amalgamare il tutto.

Prendete una parte dell’impasto e stendetela su uno stampino imburrato e infarinato. Fatelo aderire bene, quindi tagliate la parte che fuoriesce. Ripetete con gli altri stampini. Bucherellate il fondo delle tartellette con una forchetta e spostatele in frigo per 30 minuti.

Preriscaldate il forno a 180°C. Trascorsi i 30 minuti, mettete nel forno caldo per 18 minuti, finché i bordi saranno dorati. Estraetele e lasciatele raffreddare prima di farcirle.

Montate la panna, che deve essere bella compatta. Togliete le basi di frolla, ormai fredde e solide, dagli stampi e disponetele sui piatti da portata. Mettete in ogni tartelletta la crema di rabarbaro, qualche frutto di bosco, i pistacchi sbriciolati, la menta e un ciuffetto di panna montata.

Se l’idea di utilizzare il rabarbaro nei vostri dolci vi intriga, provate anche questa ricetta: “Millefoglie al rabarbaro e crema pasticcera“.

0/5 (0 Reviews)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 16-03-2017


Crocchette di quinoa e spinaci

Come fare in casa lo yogurt greco