L’igiene in cucina è molto importante e per evitare il proliferare di germi e batteri ecco quali sono le cose da sostituire più spesso.

Mai come nell’ultimo periodo si assiste a un’attenzione crescente nei confronti dell’igiene. Abbiamo già visto come assicurarci l’igiene in cucina e ora è arrivato il momento di scoprire quali sono le cose che andrebbero sostituite più spesso.

Ci sono alcuni utensili da cucina che più di altri sono un vero e proprio ricettacolo di germi e batteri e, anche se ci sembra che siano puliti, per dormire sonni sereni sarebbe opportuno sostituirli di tanto in tanto. Vediamo di scoprire quali sono e perché.

Utensili da cucina: quali sostituire spesso

Ricette di Primavera: 9 piatti per la tua tavola

Cucina
Cucina

In cucina sono molti gli oggetti che vengono a contatto con il cibo prima di essere lavato e dopo, crudo e cotto, di ogni tipo e sorta. Per una perfetta igiene del nostro luogo preferito della casa, ecco quali cose sostituire più spesso.

Spugne per i piatti: covo di germi e batteri, andrebbero sostituite almeno una volta al mese. Per mantenerle pulite e igienizzate è possibile lasciarle per mezz’ora in acqua calda e succo di limone oppure lavarle in lavatrice o igienizzarle nel microonde.

Tagliere. È un valido alleato in cucina ma all’interno dei tagli che si formano sulla superficie è difficile pulire. Per questo è tra gli utensili da cucina che andrebbero cambiati più spesso.

Padelle antiaderenti. L’imputato è il Teflon, la sostanza che riveste la maggioranza delle padelle antiaderenti: quando comincia a scalfirsi o scheggiarsi, le padelle vanno assolutamente cambiate. Per prolungarne la vita, utilizzate sempre utensili in silicone o legno per mescolare il cibo cucinato e lavatele con spugne delicate e non abrasive.

Strofinacci: per quanto li laviate anche ad alte temperature, a lungo andare presentano i primi segni di cedimento. Che li usiate per i piatti o per le mani, fate in modo di farli sempre asciugare bene dopo ogni utilizzo: l’umidità infatti è un ambiente favorevole alla proliferazione dei germi.

Contenitori di plastica. Soprattutto quelli più vecchi andrebbero sostituti con altri più recenti che rispettino le nuove normative in vigore. Attenzione poi se li utilizzate in freezer o nel microonde che la plastica sia idonea.

Insomma, con un poco di attenzione è possibile avere una cucina pulita e igienizzata. Più che come una costrizione, vedete queste buone norme come un modo per rinnovare i vostri utensili.

Mai più dieta punitiva! Scarica QUI il ricettario light di Primo Chef.

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

consigli alimentari

ultimo aggiornamento: 11-08-2020


Come spurgare le melanzane? Scopriamo la tecnica semplice per non sbagliare

Bicarbonato di sodio: l’alleato per un perfetto sugo al pomodoro