Alghe kelp

Alghe kelp

Alghe kelp

chiudi

Alghe kelp: impariamo a conoscere le loro proprietà!

Le alghe kelp sono tra i superfood più in voga del momento, e per questo è importante capire cosa sono e quali sono le loro qualità.

Le alghe kelp, ancora non conosciutissime qui in Italia, stanno invece rapidamente scalando la classifica della popolarità alimentare, diciamo così, nel resto del mondo.

Soprattutto nell’ambiente degli intenditori del settore food, degli chef (non necessariamente stellati) e dei nutrizionisti, le alghe kelp sono diventate ormai un’eccellenza.

Innanzitutto, vediamo di cosa si tratta: il kelp non è altro che una mistura di vari tipi di alghe marine. Il kelp è classificato tra i cosiddetti superfood, ossia supercibi, perché è una vera bomba dal punto di vista nutrizionale.

Difatti questa miscela di alghe ha un ricchissimo contenuto di iodio, di calcio e di elementi antiossidanti.

Lo iodio, come è noto, è un alleato insostituibile per la salute della tiroide; al momento sono tante le persone che si ammalano alla tiroide, le donne in particolare, e questo – oltre che ad avere ragioni genetiche – è un problema legato anche all’alimentazione povera di iodio.

Il kelp può sopperire a questo problema. Esso contiene anche un’ottima dose di calcio, fondamentale per la salute delle ossa, dei denti e delle unghie, e che svolge un’azione preventiva nei confronti di problemi quali l’osteoporosi.

Non da ultimo è importante sapere che questo mix di alghe marine è una bomba di antiossidanti: e tutti, le donne in particolare, sanno quanto questi elementi siano essenziali per mantenere più a lungo possibile la giovinezza della pelle e quindi un aspetto giovane e fresco.

Ma come si consuma il kelp? Questo mix di alghe si può preparare in diversi modi: lo si può fare al forno, ottenendo delle chips croccanti; lo si può spezzettare per unirlo alle insalate e dargli quel tocco di sapidità in più; lo si può far cuocere per preparare delle saporite zuppe e creme vegetali.

Il kelp è un superfood da provare, se non altro per assorbire un po’ dei suoi innumerevoli benefici per l’organismo.